Comunicato stampa: A Parma una serata in memoria di Giulio Capiozzo degli Area

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.


Martedì 8 luglio - Parma, Parco Pellegrini (v.le Mentana)

Si celebra martedì 8 luglio a Parma l'omaggio ad uno dei migliori batteristi italiani di sempre, l'indimenticabile Giulio Capiozzo, scomparso a Cesenatico (FC) il 23 agosto di tre anni fa.

Capiozzo ha legato indissolubilmente il suo nome a quello degli Area, di cui è stato il fondatore (con Demetrio Stratos) e punto di forza per ben 10 anni. Esaurita l'esperienza del gruppo, dal 1982 ha iniziato a lavorare stabilmente nell'ambito jazzistico collaborando, fra gli altri, con Jimmy Owens, Trilok Gurtu, Tony Scott, Sam Rivers e George Coleman. Oltre al costante insegnamento presso il Cepam di Reggio Emilia, ha tenuto lezioni e seminari in tutto il mondo, compresi gli Stati Uniti. Le sue importanti ricerche legate alle sonorità etniche lo hanno consacrato come uno dei più audaci musicisti europei del nostro tempo. La serata è organizzata dal figlio Chicco Capiozzo con Cooperativa Lune Nuove, Assessorato alla Cultura del Comune di Parma, Fondazione Monte di Parma e Associazione Diesis. Partecipano all'omaggio alcuni amici di Giulio, musicisti tutt'ora fra i più importanti della scena musicale italiana come Tullio De Piscopo, Tony Esposito e Mauro Pagani. Con loro, per un incontro che si annuncia eccezionale, Gaetano Liguori, Renato Chicco, i fratelli Debirè, Patrizia Conte, Luciano Milanese, Stefano Calcagno e il Capiozzo Ensemble. Per alcuni di loro è un momento importante, perché hanno da poco pubblicato i rispettivi album solisti; di Tullio De Piscopo, a maggio, è uscito “Memorie storiche”, che raccoglie i suoi assoli più famosi suonati durante l'arco della carriera con Billy Cobham, Astor Piazzolla, Aldemaro Romero, Gerry Mulligan, Walter Calloni, Ellade Bandini, Christian Mayer, Max Furian, Paolo Pellegatti, Enrico Intra e Antonio Faraò.


Mauro Pagani, che nella sua carriera ha lavorato con i più grandi gruppi e artisti italiani, ha da pochi giorni pubblicato “Domani”, il suo ultimo cd uscito a dodici anni di distanza da “Passa la bellezza”. Tony Esposito, il primo musicista italiano ad amalgamare la cultura mediterranea a quella africana, l'artista che (con Pino Daniele, Tullio De Piscopo e James Senese) ha dato vita a quella corrente musicale soprannominata “made in Naples”, ha appena pubblicato, dopo sette anni di silenzio discografico, “Viaggio tribale”, disco ricco di suoni e collaborazioni e ispirato al concetto di viaggio che ha trovato nella melodia graffiante e contemporanea di Franco Battiato, nel grido metropolitano di Edoardo Bennato, nelle melodie afro di Gregg Brown (storico cantante degli Osibisa), nel tocco jazz del contrabbassista Wayne Dockery e nei preziosi soli della chitarra di John Tropea il valido aiuto per realizzare al meglio questo nuovo lavoro, prodotto dall'etichetta Just Music della Nicolosi Productions.

Accompagnano questo straordinario cast musicisti di assoluto livello, come Gaetano Liguori, affermato pianista jazz e leader del famoso Idea Trio.

Inoltre, è stato tra i fondatori del primo complesso free italiano, il Gruppo Contemporaneo, e sul fronte della sperimentazione ha operato con Angelo Paccagnini come compositore, pianista e percussionista. Ha diretto vari Ensemble tra cui la Collective Orchestra, formazione dove, insieme ai migliori talenti del jazz italiano, suonavano i compianti Massimo Urbani e Danilo Terenzi. Numerose le sue collaborazioni con artisti del calibro di Steve Lacy, Roswell Rudd, Lester Bowie e Giorgio Gaslini. Dal 1978 è docente di pianoforte presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano. Ha tenuto tournée in Germania, Francia, Svizzera, Portogallo e Cuba (Festival Mondiale della Gioventù) ed è stato il primo musicista italiano a suonare in Thailandia, Singapore, Malesia e India. Ha lavorato alla composizione di colonne sonore per teatro, cinema, radio e balletto, collaborando, fra gli altri, con Dario Fo e Fernanda Pivano. Attualmente si rivolge alla sperimentazione insieme a Carlo Actis Dato, Martin Mayes, Guido Mazzon e Paul Rutherford.


Il Capiozzo Ensemble porta il nome del fondatore Christian, figlio di Giulio, ed è formata da ben cinque elementi (organo Hammond, sassofono, basso, batteria e violino).
Lo stile e la linea musicale ripercorrono l'eredità storico-artistica degli Area con grande rispetto e originalità dei contenuti, mentre la classe e l'ispirazione del loro leader (a soli 26 anni vanta già importanti collaborazioni con artisti come Trilok Gurtu, Randi Bersen, Jimmy Owens, Ares Tavolazzi e Patrizio Fariselli) sono garanzia di grande spettacolo.
Inizio ore 21, ingresso € 15, studenti € 10. Per informazioni tel 0521/798208 e 0521/218889, e-mail info@rockaparma.it.
Prevendite presso Mistral Set e Music Mille (Parma), DJ 70 (Fidenza) e Tosi Dischi (Reggio E.).
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.