Il ritorno dei Tazenda tra Modà, Salmo, il nuovo album e Sanremo: l'intervista

Il ritorno dei Tazenda tra Modà, Salmo, il nuovo album e Sanremo: l'intervista
Credits: Domenico Rizzo

La pubblicazione del loro ultimo album in studio, "Ottantotto", risale ai primi mesi del 2012: da allora i Tazenda si sono chiusi in un silenzio durato più di un anno e mezzo, durante il quale il cantante Beppe Dettori ha scelto di lasciare il posto a Nicola Nite, interrotto la scorsa settimana con il lancio radiofonico del loro nuovo singolo "Il respiro del silenzio" che vede la partecipazione di Francesco "Kekko" Silvestre dei Modà (e di Mogol, che ne ha curato il testo): "Mogol è una nostra vecchia conoscenza, ci conosciamo da anni ed è stato il nostro primo produttore", ha raccontato a Rockol il chitarrista della band sarda Gino Marielli, "Ci siamo incontrati l'anno scorso dopo un po' di tempo e insieme abbiamo pensato che, per la rivoluzione artistica della nostra band, sarebbe stata fondamentale una collaborazione con lui.

Così sono nate alcune canzoni tra le quali 'Il respiro del silenzio'. Quanto a Francesco Silvestre, ci contattò qualche tempo fa per proporci di collaborare con i Modà alle registrazioni di 'Cuore e vento', un brano che porta la sua firma e che è dedicato alla Sardegna. Da quella collaborazione, poi, è nata quella che vede 'Kekko' prestare la sua voce ad alcune strofe de 'Il respiro del silenzio'". .

Sempre a proposito dei Modà, come già Rockol aveva anticipato, Gino Marielli ha confermato la presenza dei Tazenda (in veste di ospiti speciali) al concerto che il prossimo 19 luglio vedrà la band milanese esibirsi presso lo stadio San Siro di Milano per la data di chiusura del "Gioia tour": "Già dalla prima sera in cui ci siamo conosciuti Kekko ha manifestato il desiderio di averci come ospiti per la data di chiusura del loro tour", ha confermato il chitarrista della formazione sarda, "Noi abbiamo disdetto tutti gli impegni per quel periodo per farci trovare pronti. Sì, saremo ospiti dei Modà per la data che si terrà allo stadio di San Siro, a Milano, il prossimo 19 luglio: per noi sarà un grande piacere poter partecipare a questo grande evento".

"Il respiro del silenzio" anticipa la pubblicazione del nuovo album in studio dei Tazenda, la cui uscita è prevista per i primi mesi del 2014: "Musicalmente parlando siamo sempre a metà strada tra il voler mantenere le nostre particolari caratteristiche, con un sound tendente alla musica folk ed etnica, e il volerci aprire al pop. Il nostro nuovo album, a giudicare i brani su cui abbiamo lavorato fino ad ora, sarà più 'facile' all'ascolto rispetto a quelli pubblicati in passato. Quanto ai testi, alcuni dei quali vantano la firma di Mogol, trattiamo di concetti importanti ed attuali: una canzone, ad esempio, tratta il tema dei diritti che dovrebbero essere riconosciuti ad ogni persona che si trovi ad abitare sul nostro pianeta", ha dichiarato Gino Marielli. Le tempistiche dei lavori farebbero pensare ad una possibile pubblicazione del disco in concomitanza con il prossimo Festival della Canzone Italiana; il chitarrista della band, a tal proposito, rivela: "Da qualche tempo a questa parte stiamo prendendo seriamente in considerazione la possibilità di poter partecipare al prossimo Festival di Sanremo e anche se siamo in ritardo con i tempi abbiamo selezionato i brani da far ascoltare alla commissione artistica della kermesse. E' vero, ci sono tanti altri cantanti e tante altre band che vorrebbero poter salire su quel palco. Noi ci mettiamo in fila, poi si vedrà".

Quanto alle collaborazioni contenute all'interno della nuova fatica discografica della band sarda, quella con Francesco Silvestre potrebbe non essere l'unica: "In passato abbiamo avuto modo di collaborare con artisti del calibro di Eros Ramazzotti, Francesco Renga, Gianluca Grignani e Pierangelo Bertoli, ma non abbiamo mai collaborato con un rapper. Potrebbe essere interessante ospitarne uno all'interno del nuovo disco, ma per ora è ancora tutto da definire". E subito viene alla mente il nome di Salmo, il rapper sardo che quest'anno, con l'album "Midnite", ha compiuto il grande salto passando dall'universo underground a quello mainstream: "Non volevo dirlo, ma confermo che l'idea è proprio quella di poter collaborare con lui", ha dichiarato ridendo il chitarrista. Per poi concedersi ad un giudizio positivo su quello che è ad oggi il mondo del rap italiano: "La chiave di comunicazione che da un po' di tempo a questa parte detiene il rap si è calata nel pop ed è uscita dalla nicchia. A pensarci bene, il rap entra ed esce dal grosso 'calderone' del pop quando e come vuole lui, riscuotendo grande successo. Negli ultimi vent'anni, almeno per quanto mi riguarda, il rap è una delle pochissime cose autentiche e originali che siano state prodotte. Un po' come il regggae quarant'anni fa".

Il ritorno dal vivo dei Tazenda avverrà in contemporanea con la pubblicazione del nuovo album: "Non sappiamo ancora se gireremo l'Italia esibendoci nelle piazze, proponendo quindi un tour estivo, oppure all'interno dei teatri", ha affermato sul finire della chiacchierata telefonica Gino Marielli, "Molto dipende dal successo che riusciremo ad ottenere prima con 'Il respiro del silenzio' e poi con 'Cuore e vento', che sarà il prossimo singolo dei Modà. Noi dei Tazenda siamo 'quelli delle vie di mezzo', quindi non escludiamo neanche un tour che ci possa portare ad esibirci a metà strada tra le due dimensione della piazza e del teatro".

(di Mattia Marzi)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.