Mercato italiano, nella crisi prospera la musica classica (+ 53 %)

Mercato italiano, nella crisi prospera la musica classica (+ 53 %)

La crisi del mercato discografico non sembra contagiare la musica classica, che in un anno ha visto anzi salire la sua quota di mercato sulle vendite di prodotti musicali dal 7 al 12 per cento. Lo rivela la FIMI, Federazione Industria Musicale Italiana, riportando i dati raccolti dalla società di revisione Deloitte e che, per i primi nove mesi dell'anno, segnalano per il settore una crescita di fatturato pari al 53 per cento (a fronte di un calo complessivo del 2 per cento nello stesso arco di tempo).

"E' un dato che ci fa piacere di apprendere in via ufficiale ma che non ci coglie di sorpresa", ha dichiarato Mirko Gratton, direttore divisione Classica & Jazz di Universal Music, osservando che "nei primi dieci mesi di quest'anno Universal Music Italia, con le sue etichette leader Decca e Deutsche Grammophon, ha avuto un aumento di circa il 90 % del mercato fisico, oltre a un aumento notevolissimo nel segmento digitale, con un significativo consolidamento della sua quota di mercato". "Questa notizia", ha aggiunto, "rappresenta un bel segnale per questo Paese oltre che un'ulteriore conferma del fatto che esista una domanda di cultura, nonostante la crisi graffiante e nonostante la cultura musicale non sia sempre adeguatamente sostenuta".

I dati raccolti da GfK per conto di FIMI segnalano come best seller classico di questi primi nove mesi dell'anno il "Viva Verdi - Ouvertures & Preludi" diretto da Riccardo Chailly e pubblicato da Decca.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.