Myspace, ancora difficoltà: licenziato il 5 % del personale

Myspace, ancora difficoltà: licenziato il 5 % del personale

A meno di un anno dal rilancio del sito in una nuova configurazione e a pochi giorni dal rilascio, agli artisti affiliati, di un set di strumenti ("Portfolio") che permettono di organizzare in modo più visibile e razionale contenuti multimediali sul proprio profilo, il social network Myspace deve fare fronte alla dura realtà dei conti, tanto da essere costretto a "tagliare" circa il 5 per cento della forza lavoro, approssimativamente 14 addetti su 290 (numeri ufficiosi, non confermati dall'azienda). "Stiamo realizzando alcuni cambiamenti per sostenere la crescita e una continua innovazione, snellendo l'attività nel tentativo di raggiungere la redditività", ha confermato all'LA Business Journal il chief operating officer Chris Vanderhook. "Apprezziamo i contributi che il nostro team ha fornito a Myspace nel corso degli anni, e stiamo offrendo servizi di assistenza occupazionale nonché pacchetti di liquidazione per assistere i dipendenti interessati dal provvedimento", ha aggiunto il direttore operativo della società.

Nato nel 2003 a Beverly Hills per iniziativa di alcuni dipendenti dell'agenzia di marketing online eUniverse (poi diventata Intermix Media), Myspace venne venduta a News Corp. due anni dopo, all'apice della popolarità e del successo, per 580 milioni di dollari. A giugno 2011, quando una cordata capitanata da Specific Media e dall'artista Justin Timberlake rilevò gli asset, il gruppo di Rupert Murdoch ne ricavò appena 35 milioni dollari. Alla faticosa ricerca di uno spazio in un mercato - quello dei social network - sempre più affollato e competitivo, a inizio anno la piattaforma è stata apertamente criticata dall'organizzazione di rappresentanza delle etichette indipendenti Merlin per avere continuato a diffondere in pubblico i repertori delle etichette associate nonostante il relativo accordo di licenza fosse già scaduto da più di un anno.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.