Nuovi proprietari subentrano a Dave Stewart, il Marquee evita la bancarotta

E’ stato il gruppo finanziario McKenzie, già proprietario di celebri club londinesi come la Brixton Academy e lo Shepherd’s Bush Empire, a lanciare un salvagente al Marquee, rilanciato nel settembre scorso dall’ex Eurythmics Dave Stewart ma subito strangolato da una crisi di liquidità sfociata in un provvedimento di amministrazione controllata (vedi News).
I nuovi proprietari del locale, che ora è situato nel quartiere di Islington, zona nord di Londra, e non più nella sede storica di Soho, hanno spiegato di volerlo utilizzare per esibizioni di artisti emergenti e concerti su piccola scala (la capienza del club, costato 4 milioni di sterline, è di 1.200 persone).
Stewart aveva rilevato lo scorso anno i diritti sul marchio, inaugurando in settembre la nuova sede con un mega-party ed un concerto dei Primal Scream (vedi News). Il Marquee storico, quello di Wardour Street, ha invece chiuso i battenti nel 1996: durante i suoi 38 anni di vita sul palco del piccolo club di Soho è passata la storia del rock, dai Rolling Stones a Jimi Hendrix, dagli Who agli U2.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.