NEWS   |   Industria / 27/06/2003

Nuovi proprietari subentrano a Dave Stewart, il Marquee evita la bancarotta

Nuovi proprietari subentrano a Dave Stewart, il Marquee evita la bancarotta
E’ stato il gruppo finanziario McKenzie, già proprietario di celebri club londinesi come la Brixton Academy e lo Shepherd’s Bush Empire, a lanciare un salvagente al Marquee, rilanciato nel settembre scorso dall’ex Eurythmics Dave Stewart ma subito strangolato da una crisi di liquidità sfociata in un provvedimento di amministrazione controllata (vedi News).
I nuovi proprietari del locale, che ora è situato nel quartiere di Islington, zona nord di Londra, e non più nella sede storica di Soho, hanno spiegato di volerlo utilizzare per esibizioni di artisti emergenti e concerti su piccola scala (la capienza del club, costato 4 milioni di sterline, è di 1.200 persone).
Stewart aveva rilevato lo scorso anno i diritti sul marchio, inaugurando in settembre la nuova sede con un mega-party ed un concerto dei Primal Scream (vedi News). Il Marquee storico, quello di Wardour Street, ha invece chiuso i battenti nel 1996: durante i suoi 38 anni di vita sul palco del piccolo club di Soho è passata la storia del rock, dai Rolling Stones a Jimi Hendrix, dagli Who agli U2.
Scheda artista Tour&Concerti
Testi