Industria e commercio uniti contro la crisi del disco

La crisi di mercato serve almeno a questo: ad avvicinare le posizioni, spesso conflittuali nel recente passato, tra industria e commercio, case discografiche e rivenditori specializzati di musica. Le rispettive associazioni di categoria, FIMI (aderente a Confindustria) da un lato, ANCRA/Confcommercio, FISMED/Confesercenti e Vendomusica dall'altro, hanno firmato per la prima volta un protocollo d'intesa articolato in cinque punti, che toccano tutti i punti caldi del settore: riduzione della pressione fiscale (per l'equiparazione dell'IVA sui dischi a quella, ridotta, goduta dagli altri prodotti culturali), iniziative antipirateria anche di carattere preventivo (con nuove campagne di sensibilizzazione nei confronti dei consumatori), applicazione rigorosa in ambito comunitario delle norme anti-contraffazione anche in vista del prossimo ingresso di nuovi paesi membri nell'Unione, approvazione – durante la legislatura in corso – della “legge musica” destinata a tutelare e promuovere le attività musicali, promozione e realizzazione di ricerche e indagini di mercato su consumi di musica registrata e impatto delle innovazioni tecnologiche.
    La crisi di mercato serve almeno a questo: ad avvicinare le posizioni, spesso conflittuali nel recente passato, tra industria e commercio, case discografiche e rivenditori specializzati di musica. Le rispettive associazioni di categoria, FIMI (aderente a Confindustria) da un lato, ANCRA/Confcommercio, FISMED/Confesercenti e Vendomusica dall'altro, hanno firmato per la prima volta un protocollo d'intesa articolato in cinque punti, che toccano tutti i punti caldi del settore: riduzione della pressione fiscale (per l'equiparazione dell'IVA sui dischi a quella, ridotta, goduta dagli altri prodotti culturali), iniziative antipirateria anche di carattere preventivo (con nuove campagne di sensibilizzazione nei confronti dei consumatori), applicazione rigorosa in ambito comunitario delle norme anti-contraffazione anche in vista del prossimo ingresso di nuovi paesi membri nell'Unione, approvazione – durante la legislatura in corso – della “legge musica” destinata a tutelare e promuovere le attività musicali, promozione e realizzazione di ricerche e indagini di mercato su consumi di musica registrata e impatto delle innovazioni tecnologiche.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.