Presentato il Medimex 2013: 'Un progetto inclusivo e accogliente'

Ricerca, innovazione, internazionalizzazione. Al terzo anno di vita Il Medimex - Salone dell'Innovazione Musicale (in programma dal 6 all'8 dicembre presso la Fiera del Levante di Bari) alza l'asticella delle aspettative e delle ambizioni, convocando gli stati generali della musica italiana e internazionale: dai 198 relatori, protagonisti di un calendario impressionante di convegni, panel, workshop e "face to face", ai musicisti. Non ci sarà Jovanotti, vincitore di un premio speciale come artista dell'anno (interverrà però in diretta da New York), ma ci saranno, tra gli altri, Manuel Agnelli, Renzo Arbore, Claudio Baglioni, la giovane artista inglese Birdy, Vinicio Capossela, Pino Daniele, Francesco De Gregori, Niccolò Fabi, Fedez, Imany, Fiorella Mannoia, Marco Mengoni e Piero Pelù, protagonisti a seconda dei casi, di esibizioni, showcase esclusivi e "incontri con l'Autore", format a metà tra l'intervista, la chiacchierata informale e la confessione pubblica. In tutto, il programma (consultabile sul sito della manifestazione) condensa in tre giornate fittissime 80 appuntamenti, 22 showcase su tre palchi diversi, concerti e 54 incontri, mentre saranno più di 100 gli stand allestiti sugli 8000 mq dello spazio espositivo.

Alla presenza dello stato maggiore della Regione Puglia, guidato dal presidente Nichi Vendola (che rivendica la "scelta controcorrente di investire nella cultura e nella creatività, anche a fronte di ostilità preconcette", e la volontà di "evitare il luna park, le passerelle e il folclore per promuovere invece la filiera creativa e produttiva"), Antonio Princigalli, coordinatore di Puglia Sounds, ha ricordato poco fa, durante la conferenza stampa milanese di presentazione dell'evento, le quattro direttrici in cui si impernierà la manifestazione: "Il live, dai grandi festival ai piccoli club.. La discografia, con un focus molto ampio sulle nuove tecnologie e la partecipazione di aziende come Deezer e Cubomusica. L'internazionalizzazione della fiera, dal momento che il 20 per cento dei partecipanti proverrà dall'estero. E poi lo sviluppo delle professionalità: il Medimex vuole essere una grande casa in cui tutti possono portare e prendere qualcosa. Siamo, e continueremo a essere, un progetto inclusivo e accogliente. Quest'anno, ad esempio, ospitiamo Casa Bertallot, il nuovo progetto radiofonico di Alessio Bertallot, e la cerimonia di premiazione delle Targhe Tenco, l'8 dicembre al Teatro Petruzzelli di Bari (presenti i vinciitori delle diverse categorie, Niccolò Fabi, Cesare Basile, Appino e Mauro Ermanno Giovanardi con ospiti Arbore, Capossela, Agnelli, Riccardo Tesi e la Sinfonico Honolulu).

Stefano Senardi, presidente della Academy di oltre 40 giornalisti chiamati a votare i migliori artisti dell'anno, anch'essi premiati nei giorni dela manifestazione (qui l'elenco completo), spiega che "abbiamo ricevuto 170 candidature: un segnale della ricchezza e del pluralismo dell'offerta musicale italiana di oggi", mentre Daria Capone, assessore allo sviluppo economico della Regione Puglia, sottolinea il valore annche economico di una manifestazione che "l'anno scorso ha prodotto un ritorno del 5,8 per cento in più rispetto al denaro investito". "Solo in Puglia"; ricorda, "ci sono 800 piccole imprese che gravitano nel settore musicale, 257 delle quali inserite direttamente nel circuito dell'industria creativa".

Piattaforma di partenza di un'iniziativa marcatamente "glocal" dato che, come sottolinea Vendola, "nulla è più globale del prodotto musicale e culturale. Vogliamo essere una pista di decollo per ciò che di creativo si agita nelle viscere del territorio. Ma anche una pista di atterraggio per ciò che di innovativo succede nel mondo, perché è solo attraverso la contaminazione, e non con la chiusura in se stesso, che il sistema può prosperare. La cultura è un volano per la ripresa dello sviluppo economico, ma è anche un alimento per lo spirito". "Il nostro è diventato un appuntamento unico", osserva Princigalli. "Non è solo merito nostro: abbiamo avuto la fortuna di essere pronti nel momento in cui era il Paese a chiedere al sistema musicale un evento come questo".

    Ricerca, innovazione, internazionalizzazione. Al terzo anno di vita Il Medimex - Salone dell'Innovazione Musicale (in programma dal 6 all'8 dicembre presso la Fiera del Levante di Bari) alza l'asticella delle aspettative e delle ambizioni, convocando gli stati generali della musica italiana e internazionale: dai 198 relatori, protagonisti di un calendario impressionante di convegni, panel, workshop e "face to face", ai musicisti. Non ci sarà Jovanotti, vincitore di un premio speciale come artista dell'anno (interverrà però in diretta da New York), ma ci saranno, tra gli altri, Manuel Agnelli, Renzo Arbore, Claudio Baglioni, la giovane artista inglese Birdy, Vinicio Capossela, Pino Daniele, Francesco De Gregori, Niccolò Fabi, Fedez, Imany, Fiorella Mannoia, Marco Mengoni e Piero Pelù, protagonisti a seconda dei casi, di esibizioni, showcase esclusivi e "incontri con l'Autore", format a metà tra l'intervista, la chiacchierata informale e la confessione pubblica. In tutto, il programma (consultabile sul sito della manifestazione) condensa in tre giornate fittissime 80 appuntamenti, 22 showcase su tre palchi diversi, concerti e 54 incontri, mentre saranno più di 100 gli stand allestiti sugli 8000 mq dello spazio espositivo.

    Alla presenza dello stato maggiore della Regione Puglia, guidato dal presidente Nichi Vendola (che rivendica la "scelta controcorrente di investire nella cultura e nella creatività, anche a fronte di ostilità preconcette", e la volontà di "evitare il luna park, le passerelle e il folclore per promuovere invece la filiera creativa e produttiva"), Antonio Princigalli, coordinatore di Puglia Sounds, ha ricordato poco fa, durante la conferenza stampa milanese di presentazione dell'evento, le quattro direttrici in cui si impernierà la manifestazione: "Il live, dai grandi festival ai piccoli club.. La discografia, con un focus molto ampio sulle nuove tecnologie e la partecipazione di aziende come Deezer e Cubomusica. L'internazionalizzazione della fiera, dal momento che il 20 per cento dei partecipanti proverrà dall'estero. E poi lo sviluppo delle professionalità: il Medimex vuole essere una grande casa in cui tutti possono portare e prendere qualcosa. Siamo, e continueremo a essere, un progetto inclusivo e accogliente. Quest'anno, ad esempio, ospitiamo Casa Bertallot, il nuovo progetto radiofonico di Alessio Bertallot, e la cerimonia di premiazione delle Targhe Tenco, l'8 dicembre al Teatro Petruzzelli di Bari (presenti i vinciitori delle diverse categorie, Niccolò Fabi, Cesare Basile, Appino e Mauro Ermanno Giovanardi con ospiti Arbore, Capossela, Agnelli, Riccardo Tesi e la Sinfonico Honolulu).

    Stefano Senardi, presidente della Academy di oltre 40 giornalisti chiamati a votare i migliori artisti dell'anno, anch'essi premiati nei giorni dela manifestazione (qui l'elenco completo), spiega che "abbiamo ricevuto 170 candidature: un segnale della ricchezza e del pluralismo dell'offerta musicale italiana di oggi", mentre Daria Capone, assessore allo sviluppo economico della Regione Puglia, sottolinea il valore annche economico di una manifestazione che "l'anno scorso ha prodotto un ritorno del 5,8 per cento in più rispetto al denaro investito". "Solo in Puglia"; ricorda, "ci sono 800 piccole imprese che gravitano nel settore musicale, 257 delle quali inserite direttamente nel circuito dell'industria creativa".

    Piattaforma di partenza di un'iniziativa marcatamente "glocal" dato che, come sottolinea Vendola, "nulla è più globale del prodotto musicale e culturale. Vogliamo essere una pista di decollo per ciò che di creativo si agita nelle viscere del territorio. Ma anche una pista di atterraggio per ciò che di innovativo succede nel mondo, perché è solo attraverso la contaminazione, e non con la chiusura in se stesso, che il sistema può prosperare. La cultura è un volano per la ripresa dello sviluppo economico, ma è anche un alimento per lo spirito". "Il nostro è diventato un appuntamento unico", osserva Princigalli. "Non è solo merito nostro: abbiamo avuto la fortuna di essere pronti nel momento in cui era il Paese a chiedere al sistema musicale un evento come questo".

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.