Comunicato Stampa: Ibrahim Ferrer in concerto a Milano

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

TEATRO SMERALDO
Piazza XXV Aprile, 10 - 20121 Milano

BUENA VISTA SOCIAL CLUB
presenta

martedì 1 luglio 2003

IBRAHIM
FERRER
“BUENOS HERMANOS TOUR »

in concerto
Orario concerto: ore 21.00

Prezzi:
poltronissima € 40.00+6.00 prevendita
poltrona € 35.00+5.00 prevendita
balconata € 25.00+3.50 prevendita

Per informazioni e prenotazioni
Teatro Smeraldo - tel. 02.62695306/02.29006767 - www.smeraldo.it
Orario cassa : Lunedì-Sabato dalle 11.00 alle 18.30 Domenica dalle 11.00 alle 13.00
Ufficio Promozione e Gruppi - tel. 02.62695306
Circuito Box Tickets - tel. 02.39322737 per richiesta informazioni,
prenotazioni in Milano
prenotazioni con carte di credito
Ag. Le Marmotte - tel. 199.10.50.50 prenotazioni fuori Milano
www.boxtickets.it - per vendita biglietti on line

“Credo che nessun altro artista potrebbe fare un disco come questo. Ibrahim Ferrer è uno degli artisti più vitali del 2003.” (Ry Cooder)

BUENOS HERMANOS è l'album più audace e riuscito del cantante e stella del Buena Vista Social Club IBRAHIM FERRER. È un disco destinato non solo a confermarlo come uno dei più grandi vocalist del mondo, ma anche ad assicurargli un posto speciale tra i più grandi artisti di tutti i tempi della musica cubana.
Come l'originale album BUENA VISTA SOCIAL CLUB (1997) e il suo debutto da solista del 1999 BUENA VISTA SOCIAL CLUB PRESENTS IBRAHIM FERRER, anche questo suo nuovo album (il primo in quattro anni) è impreziosito dalla presenza del team di produttori costituito da Ry Cooder, Nick Gold e dal tecnico del suono Jerry Boys.
La band che supporta Ibrahim è stata scelta con estrema cura e combina un inusuale ensemble costituito dalle celebrate stelle cubane Orlando ‘Cachaíto’ López al contrabbasso, Manuel Galbán alla chitarra elettrica, piano e organo, Chucho Valdés al pianoforte e Miguel ‘Angá’ Díaz alle congas più gli americani Jim Keltner e Joachim Cooder alla batteria e il produttore dell'album Ry Cooder alle chitarre.
Nel corso delle varie canzoni dell'album si ascoltano anche una sezione d'archi e una sezione fiati, e un coro di voci maschili e femminili. In varie tracce si può ascoltare l'ispirato fraseggio del fisarmonicista Flaco Jimenez e le inconfondibili voci gospel dei Blind Boys of Alabama. La loro presenza porta a cinque il numero dei vincitori di Grammy Awards che compaiono nell'album (oltre a Cooder, Valdés e lo stesso Ibrahim). Altri ospiti sono l'innovativo trombettista jazz Jon Hassell e il veterano sassofonista Gil Bernal.
Il risultato è un album saldamente radicato nella tradizione, ma allo stesso tempo capace di espandere gli orizzonti della musica cubana. E la voce di Ferrer è in forma scintillante, forse come non lo era mai stata prima.
“Queste sono canzoni che mi fanno sentire più giovane", racconta Ferrer. “Ci ho messo tutta l'anima e rappresentano il mio personalissimo modo di restituire qualcosa ai miei ascoltatori e ringraziarli per il loro supporto. Adoro la sensazione che ci sia sempre qualcosa dentro alle cose di cui canto”.
BUENOS HERMANOS è un disco pieno di sorprese. Il repertorio è molto vario e comprende alcuni classici e commoventi esempi di ballate e bolero, generi dei quali Ferrer è giustamente reputato un caposcuola, come ‘Perfume de gardenias’ e ‘Fuiste cruel’. Ma queste canzoni sono trattate in un modo completamente nuovo e differente rispetto al passato: la prima è impreziosita dal drammatico contributo dei Blind Boys of Alabama e dell'ex sassofonista dei Coasters Gil Bernal, mentre la seconda ha un approccio moderno reso ancora più spiccato dal caratteristico stile espresso dalla tromba di Jon Hassell.
Ma BUENOS HERMANOS è anche un disco pieno di energia e varietà stilistica. C'è la fluente improvvisazione free di ‘La música cubana’, composta spontaneamente in studio da Ferrer e Chucho Valdés, gli esplosivi ritmi di ‘Hay que entrarle a palos a ése’ con un godibilissimo assolo di organo di Galbán e l'intreccio di chitarre di Cooder e Galbán in ‘No tiene telaraña’. I due chitarristi sono in netta contrapposizione con l'arrangiamento orchestrale approntato da Demetrio Muñiz per ‘Mil congojas’. Inoltre si sono la giocosa spensieratezza apportata dall'accordeon di Jimenez in ‘Naufragio’, il contagioso cha cha cha di ‘Como el arrullo de palma’ e il gusto pop dell'adorabile ‘Boliviana’, scritta originariamente da Valdés per il suo gruppo, Irakere, negli anni '70.
E a tutti questi brani Ibrahim infonde non solo la sua inconfondibile maestria vocale, ma una confidenzialità e una sicurezza dei propri mezzi espressivi che, secondo Cooder, lo pongono nell'Olimpo della musica cubana di tutti i tempi, al fianco del celebre eroe a cui lo stesso Ferrer si ispira, Beny Moré.
“Penso che l'album sia un classico assoluto”, dice Cooder. ”È il disco definitivo di musica latina. Beny Moré aveva un grande carisma. Ma non penso che nessun altro al mondo tranne Ibrahim avrebbe potuto fare un disco del genere. Contiene ogni tipo di sfumatura e fascino e, allo stesso tempo, risulta molto energico e tonico".
“Questo disco è un capolavoro anche perché Ibrahim ci è arrivato lentamente", aggiunge Cooder. "Prima c'è stata la sua apparizione dal nulla nel progetto Buena Vista Social Club, poi il suo esordio come solista ne ha consolidato la fama di grande cantante. Ma questo disco lo porta in territori nei quali nessuno è mai stato prima d'ora. È allo stesso tempo elegante ed eloquente. Ma anche immediato. Ibrahim Ferrer è uno degli artisti più vitali del 2003.”

World Circuit Presents…

IBRAHIM FERRER
Musicians Line up
European & USA Tour Spring Tour 2003

IBRAHIM FERRER Lead Vocal
MANUEL GALBAN Guitar & Organ
CACHAITO LOPEZ Double Bass
GUAJIRO MIRABAL Trumpet
AGUAJE RAMOS Trombone
DEMETRIO MUNIZ Trombone
ROBERTO FONSECA Piano
ALEJANDRO PICHARDO Trumpet
TONI JIMENEZ Tenor Sax
VENTURA GARCIA Baritone Sax
SANCHEZ LOPEZ Alto Sax
ANGEL TERRY Congas
FILIBERTO SANCHEZ Timbales
ROBERTICO MILLONARIO Percussion
JAVIER ZALBA Flute, Alto Sax, Baritone
LAZARO VILLA Backing Vocals
JIMMY JENKS Tenor Sax
IDANIA Backing Vocals
ALBERTO LA NOCHE Bongos
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.