Concerti a Milano, Comune pronto ad aumentare le deroghe (per Vasco e Pearl Jam)

Concerti a Milano, Comune pronto ad aumentare le deroghe (per Vasco e Pearl Jam)

Con un calendario che a novembre non ancora iniziato prevede già otto date (due di Vasco Rossi, due di Ligabue, due degli One Direction, una dei Modà e una di Biagio Antonacci) lo stadio Meazza di San Siro, a Milano, si sta preparando a diventare uno dei luoghi più frequentati dagli appassionati di rock per la prossima bella stagione: il Comune, in vista di una stagione così affollata, sta già pensando ad aumentare il numero delle deroghe "ai limiti di rumore per lo svolgimento di manifestazioni in luogo pubblico", provvedimento varato ad hoc per i grandi eventi che permette agli organizzatori di "sforare" in termini di decibel e orario senza incorrere in sanzioni e provvedimenti (come invece successe per i 22 minuti extra del concerto di Bruce Springsteen, sempre a Milano, nel 2008).

Le linee di indirizzo adottate dalla giunta la scorso maggio, riferisce l'edizione locale del Giorno oggi in edicola, parlano di un massimo di otto deroghe in vista di altrettanti concerti, per l'estate 2014, da far ospitare la Scala del calcio, ma i promoter avrebbero già inoltrato domanda di affitto della struttura per almeno altre tre date: due - il 9 e il 10 luglio - per un bis della residency di Vasco Rossi e una (ancora non confermata) - il 12 o il 18 giugno - per i Pearl Jam, recentemente tornati sulle scene con il nuovo album "Lightning bolt". Tre appuntamenti, questi, che farebbero salire il totale dei concerti previsti per la prossima estate al Meazza da otto a undici. "L'obbiettivo è quello di aumentare gli eventi a Milano, non solo in vista dell'Expo", ha spiegato l'assessore a Turismo e Attività Produttive Franco D'Alfonso: "E' allo studio una nuova delibera sulle autorizzazioni in deroga: dovrei riuscire a portarla in giunta entro fine anno. Il massimo di otto concerti a San Siro? Linea troppo prudente: Milano merita un numero maggiore di grandi eventi".
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.