Universal, Bronfman trova i partner (e i soldi) per ricomprare la società

Un servizio pubblicato sul New York Times sembra dare conferma delle voci circolate nelle scorse settimane: per tentare la scalata al ramo “entertainment” di Vivendi Universal (che include, sia pure non formalmente, la casa discografica Universal Music, di sua proprietà fino a tre anni fa), l'imprenditore canadese Edgar Bronfman Jr. si è assicurato un consistente appoggio finanziario da parte del padre e di importanti investitori istituzionali come Thomas H. Lee Partners e Blackstone Group (quest'ultimo possiede già il 50 % dei parchi di divertimento Universal).
La cordata, che comprenderebbe anche Cablevision Systems, Merrill Lynch e Wachovia Securities, avrebbe già messo insieme tra i 3 e i 4 miliardi di dollari di denaro contante: quanto basta, secondo il NY Times, per iniziare ad intavolare una trattativa seria con i vertici della multinazionale francese. Intanto, un gruppo guidato dalla stessa Wachovia avrebbe già garantito un prestito di altri 9 miliardi di dollari. Per mettere le mani sul prezioso (malgrado la crisi dei mercati) patrimonio Vivendi, Bronfman dovrà fare i conti con la concorrenza di MGM, NBC, Viacom, Liberty Media e Marvin Davis, alcuni dei quali (vedi News) sono tuttavia interessati solo ad alcuni pezzi del catalogo: il valore dell'intero “pacchetto” – casa discografica, studi cinematografici, parchi di divertimento, canali TV – è valutato attualmente intorno ai 20 miliardi di dollari (vedi News).
Dall'archivio di Rockol - La dura vita della star: quando chi sta sul palco diventa un bersaglio
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.