Emis Killa presenta 'Mercurio': 'Tra Dio e Balotelli, sempre semplice e diretto'

Emis Killa presenta 'Mercurio': 'Tra Dio e Balotelli, sempre semplice e diretto'

Del resto - un suo collega un po' più anziano ci aveva fatto anche una canzone di discreto successo - non è il secondo album ad essere sempre il più difficile nella carriera di un artista? Emis Killa, nel presentare "Mercurio", la sua seconda prova sulla lunga distanza per la Carosello dopo il debutto del 2012 "L'erba cattiva", attesa nei negozi per il prossimo 22 ottobre, non lo nasconde: "Sì, un po' di pressione l'ho sentita", ha ammesso lui, raggiunto telefonicamente negli uffici della sua etichetta, "Le aspettative del pubblico crescono, anche perché il secondo disco presuppone una pietra di paragone - il primo - con la quale confrontarsi.

Il problema più grande è continuare ad essere in grado di stupire. E poi chi ti ascolta, ormai, conosce i tuoi pregi ma anche i tuoi limiti".

E se alla voce limiti va iscritta ancora una certa ingenuità dal punto di vista tecnico ("Non sono ancora capace di cantare come vorrei", ammette il rapper lombardo: "Un ritornello con una precisa linea melodica lo canterei come la metà degli italiani farebbero sotto la doccia"), tra i pregi, Emis, mette una caratteristica che in molti gli riconoscono: "Riesco sempre a essere semplice e diretto: canto cose importanti facendomi capire da tutti, ma non in modo banale".

A dargli una mano, in studio, per "Mercurio" sono corsi diversi suoi colleghi importanti: da Salmo, suo coetaneo sia anagraficamente che artisticamente, alla voce degli Skunk Anansie Skin, passando per il già frontman degli Articolo 31 J-Ax e l'ex leader degli 883 Max Pezzali: "Per Salmo, J-Ax e Max le cose sono andate più o meno allo stesso modo", ha precisato lui, "Sentivo che la canzone aveva bisogno di una voce particolare - la loro, nello specifico - e li ho chiamati. Per Skin è stato diverso. A lei sono arrivato grazie alla mia etichetta - la Carosello, che pubblica in Italia gli Skunk Anansie: siamo andati a Londra a farle ascoltare 'Essere umano' (la canzone sulla quale è intervenuta, ndr), a lei è piaciuta e ha dato il suo assenso alla collaborazione. La cose divertente è che nonostante lei, abitando a Londra, fosse l'ospite meno abbordabile, almeno dal punto di vista logistico, è stata l'unica con la quale mi sono trovato fisicamente in studio a lavorare. Ma non me la prendo: abbiamo tutti delle agende molto fitte".

In "Mercurio" c'è una grande varietà di registri: si passa dalla turbolenta star del pallone Mario Balotelli (citato in "MB45", brano che verrà presentato domani allo stadio Meazza di San Siro, a Milano, prima dell'incontro tra Milan e Udinese) a Dio (in "Lettera dell'Inferno"), con grande nonchalanche. "Sono milanista da sempre", racconta Emis, "Quando Mario è stato acquistato dalla mia squadra del cuore ho avuto l'impulso finale per scrivere la canzone. Balotelli, però, mi è sempre stato simpatico: anche lui, come me, è riuscito ad emergere nonostante un passato turbolento, mettendo a frutto il suo talento nonostante le critiche e le polemiche delle quali è stato fatto oggetto. Non so se sia tutto vero, quello che raccontano di lui, ma l'agiografia che gli è stata fatta fiorire attorno mi ha sempre portato a guardarlo con benevolenza. Poi, sia chiaro, 'MB45' parla di me, non di lui. O, meglio: parla di me attraverso lui".

C'è poi "Lettera dall'Inferno", aspra disamina intorno alla (non) esistenza di un'entità superiore. "E' stato un azzardo, in effetti: l'Italia è un Paese molto cattolico, e una canzone così avrebbe potuto rendermi bersaglio di non poche critiche. Tutto sommato, però, è andata bene". C'è stato un confronto importante, però, in merito: "Sì, con mia madre: lei è molto credente, e con lei - come con molti altri credenti - non sono riuscito a trovare un punto di contatto. Loro ti invitano a cercare Dio dentro di te, specie quando succedono cose belle, ma io non ci riesco. Non vedo la presenza di Dio nelle cose belle, così come non vedo un'entità maligna dietro quelle brutte: una visione così manichea mi va stretta. Però non ho risposte in tasca: forse mi serve ancora del tempo per avere una posizione precisa, al riguardo. Mettiamola in questo modo: sono dispostissimo a cambiare idea, quando qualcuno saprà usare, con me, gli argomenti giusti".

"Mercurio" verrà pubblicato in due versioni - standard e deluxe, quest'ultima con due bonus track, "Dall'altra parte del mondo" e "2 cose da dire" - alle quali verrà abbinata una sofisticata campagna di vendite che - grazie all'inserimento casuale nei packaging dei prodotti di tessere di diverso colore - permetterà ai fan di incontrare il proprio idolo in circostanze più o meno esclusive. Una trovata esageratamente marketing oriented per un artista che fa della schiettezza la sua arma nemmeno troppo segreta? "No, perché? Cose come queste ti danno la misura dello stato che sei riuscito a raggiungere. Se una casa discografica si prende la briga di elaborare e attuare un'operazione del genere, vuol dire che crede in te. E di questo, io, non posso che esserne contento".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.