Streaming, grazie a Telefónica Napster in America Latina

All'inseguimento dei leader di mercato Spotify e Deezer, il servizio di streaming americano Napster punta deciso al mercato latinoamericano. La società statunitense titolare del marchio, Rhapsody, ha infatti raggiunto un accordo strategico con l'operatore locale Telefónica Digital che, in cambio di una quota di capitale, le assicurerà una penetrazione transnazionale in Sud America. Il contratto prevede che la telco trasferisca gradualmente a Napster le centinaia di migliaia di abbonati iscritti alla piattaforma musicale Sonora, gestita dalla sussidiaria di Telefónica Terra: lo swtichover inizierà il 1° novembre in Brasile, per poi proseguire in Argentina, Colombia, Cile, Perù e Messico.

"Diamo grande importanza all'innovazione di prodotto e alle partnership, e attraverso questo rapporto con Telefónica si realizzano entrambe le condizioni" ha spiegato Paul Springer, vice presidente e responsabile mondiale di prodotto di Rhapsody (che per coordinare le attività ha aperto un ufficio a San Paolo del Brasile). "Dal momento che ovunque nel mondo, e soprattutto in America Latina, l'utilizzo degli smartphone continua a crescere, siamo felici di poter mettere altra musica nelle mani degli appassionati di tutto il pianeta". "Sia con le O2 Arena che tramite servizi come Sonora abbiamo sempre operato convinti che la musica sia uno strumento importante per attrarre i clienti", ha aggiunto Stephen Shurrock, amministratore delegago new business ventures di Telefónica Digital. "Oggi che la domanda per i servizi di streaming sta decollando la partnership con Rhapsody ci permetterà di offrire alla nostra utenza una proposta musicale competitiva sfruttando la storia, il marchio e la solida posizione che Napster ha sul mercato".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.