Gli 'esclusi' da 'Glasto' organizzano un rave

Gli 'esclusi' da 'Glasto' organizzano un rave

I fan rimasti esclusi dalla prossima edizione del festival di Glastonbury (vedi News) si starebbero organizzando per dare vita ad una contro-manifestazione: in particolare pare che un gruppo di DJ si stia coalizzando per protestare contro l'eccessivo prezzo dei tagliandi d'entrata tramite un rave illegale. "Un conto è se non puoi comprare il biglietto perché tuo papà non ha cento sterline da darti", ha dichiarato un disc jockey ai microfoni della BBC, "ma molta gente non ha mai posseduto una carta di credito nella propria vita, e non ha un computer per poterli acquistare su Internet". La minaccia di questo rave non impaurisce però più di tanto gli organizzatori di "Glasto": "Ci sono migliaia di festival in giro per il mondo e qui c'è un sacco di spazio", ha dichiarato il patron della manifestazione Michael Eavis.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.