BBC si difende: 'La nostra etichetta non verrà favorita in radio e tv'

BBC si difende: 'La nostra etichetta non verrà favorita in radio e tv'
Ha provocato polemiche e scalpore, negli ambienti politici ed economici inglesi (e non solo), la notizia - ripresa anche da alcuni quotidiani italiani - secondo cui BBC Worldwide intende lanciare un’etichetta discografica, Inversion Records, che opererà sul mercato classico e pop con l’obiettivo di scovare e mettere sotto contratto nuovi talenti della scena musicale. All’emittente di stato britannica è subito piovuta subito addosso l’accusa di conflitto d’interesse tra sfera pubblica e privata: una delle prese di posizione più nette è, al riguardo, quella del conservatore e portavoce dell’opposizione John Wittingdale, che ha subito sottolineato i rischi di un’eccessiva spinta alla “commercializzazione” del servizio pubblico e ha sollevato il problema della concorrenza sleale, legato alla evidente possibilità che la BBC ha di privilegiare i propri prodotti, sulle radio e le televisioni da lei controllate, rispetto ai dischi pubblicati dalla concorrenza.
Whittingdale parla di tradimento della missione istituzionale, ma l’amministratore delegato di BBC Worldwide Rupert Gavin gli ha risposto sostenendo che la società da lui diretta, collegata ma autonoma dall’ente radiotelevisivo, non ha alcuna influenza sulle scelte di programmazione dei canali di stato. “Non c’è modo in cui possiamo persuadere i produttori di programmi a promuovere i nostri artisti. Non siamo in una posizione di vantaggio rispetto a chiunque altro”, ha sostenuto Gavin, aggiungendo che BBC Worldwide è un’impresa che opera secondo criteri commerciali.
La BBC è da tempo protagonista attiva sul fronte discografico: ma finora le sue collane (come le celebri BBC Sessions) riguardavano solo registrazioni d’archivio, e mai la produzione di nuovi artisti: un ruolo che la porrebbe in diretta competizione con le case discografiche tradizionali.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.