Elisa racconta il suo primo disco totalmente in italiano: la videointervista

Elisa racconta il suo primo disco totalmente in italiano: la videointervista

 Alla fine, è arrivato. A 16 anni dall’esordio “Pipes & Flowers” , Elisa pubblica “L’anima vola”. Ovvero il suo primo disco di canzoni italiane. E sì che alcuni dei maggiori successi della cantante friulanao erano nella nostra lingua: “Luce”, che vinse a Sanremo nel 2001. O "Gli ostacoli del cuore", con Ligabue, dalla raccolta del 2006. O “Ti vorrei sollevare”, dall’ultimo disco di inediti, “Heart” (2009), che però era in inglese, per il resto. Così come “Ivy” (2010), progetto che rielaborava in chiave minimale canzoni del repertorio, inediti e cover, alternando inglese, italiano
Ma un album intero in italiano, mai.

Aveva sempre preferito l’inglese, sulla lunga distanza. Non si sentiva pronta, diceva. Ma questa volta, ci racconta nella nostra intervista, voleva alzare l’asticella, non fare solo un altro disco.
“L’anima vola”, in realtà arriva da lontano. Era già pronto un anno fa, ma nel frattempo Elisa è diventata mamma per la seconda volta e il disco è stato “fermato” (“Ma da allora non ci ho più messo le mani, spiega”): è stato prodotto e arrangiato dalla stessa Elisa (assieme a Davide Rossi, al compagno Andrea Rigonat e a Christian Rigano), che ha scritto anche musica e parole di tutte le canzoni, eccetto “E scopro cos’è la felicità” (parole di Tiziano Ferro, che compare anche nel brano), “A modo tuo” (di Ligabue) ed “Ecco che”, di Giuliano Sangiorgi - quest'ultimo sarà incluso nel film "L'ultima ruota del carro" di Giovanni Veronesi (per cui Elisa ha composto le musice della colonna sonora).
. Nell’album è presente anche “Ancora qui”, la canzone comparsa nella colonna sonora di “Django unchained”: parole di Elisa su musica do Morricone. La versione dell’album è quella definitiva (con un’intro al piano tratta dal “Per Elisa” di Beethoven, voluta dal Maestro) - nel film di Tarantino venne invece usato un demo, per scelta del regista.
Elisa racconta la genesi dell’album nella nostra videointervista, parlando in particolare della collaborazione con Tiziano Ferro e del tour che verrà.

Contenuto non disponibile


Per vedere Elisa dal vivo bisognerà aspettare il 7 marzo: partenza a Conegliano, per arrivare a Milano il 24 (Forum) con 8 tappe intermedie (Padova, Genova, Torino, Roma, Napoli, Pescara, Perugia, Bologna). Qua l’elenco completo delle date .
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.