UK, Hilco (HMV) vuole aprire altri negozi di dischi con l'insegna Fopp

UK, Hilco (HMV) vuole aprire altri negozi di dischi con l'insegna Fopp

Il nuovo proprietario di HMV, Hilco, sta tenendo fede al suo progetto di rilanciare il commercio al dettaglio di musica registrata nel Regno Unito. Dopo avere riaperto da una settimana lo storico punto vendita londinese al civico 363 di Oxford Street (utilizzando la vecchia insegna His Master's Voice), la società britannica annuncia infatti l'intenzione di aumentare il numero di punti vendita che operano sotto il marchio di origini scozzesi Fopp, che dispone attualmente di nove negozi sul territorio britannico (più piccoli di dimensioni di quelli di HMV ma anche più specialistici e competitivi sotto il profilo del prezzo). "Stiamo esaminando quel che sta accadendo nel mercato dei negozi di dischi indipendenti e abbiamo appreso alcune buone pratiche che ora possiamo applicare tramite Fopp", ha spiegato al sito dell'NME il presidente di HMV Paul McGowan. "Si tratta di un brand piuttosto differente da quello di HMV e pensiamo di espandere il numero di negozi".

Nella stessa intervista McGowan anticipa anche l'intenzione di allargare l'assortimento di musica proposto da HMV: "Quando Hilco ne ha preso possesso la catena non era in grado di tenere in assortimento tutti gli artisti che avrebbe dovuto, ma ora ci stiamo sforzando di migliorare la situazione: dobbiamo avere in negozio la maggior scelta di musica possibile. Il merchandising è un'altra cosa di cui vogliamo occuparci. Da noi troverere una buona selezione di t-shirt, tazze e altri articoli relatvi ai gruppi più importanti come i Beatles e i Rolling Stones". Lo staff di ogni negozio, ha aggiunto McGowan, avrà una certa autonomia negli acquisti così da riflettere gusti e scene musicali locali.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.