Paola Maugeri e Massimo Ferrarotto presentano i Loma

Paola Maugeri e Massimo Ferrarotto presentano i Loma
Li avevamo salutati con i Puertorico, il trio dove suonavano assieme a Thomas Avondo: ora Paola Maugeri e Massimo Ferrarotto, dopo una lunga pausa di silenzio, tornano sulle scene musicali con un nuovo progetto, i Loma (il nome deriva da quello di una località della Baia di San Diego chiamato Point of Loma), e con un album interamente autoprodotto (la copertina e la grafica sono state curate dalla stessa Paola) intitolato “Eighteen years of sin”, e tanta voglia di suonare e fare musica. Rockol li ha incontrati e si è fatta raccontare com'è nato il nuovo gruppo.
“Siamo rimasti in due”, ci racconta Paola, “perché Thomas ha deciso di smettere e dedicarsi ad altro: gli anni che sono seguiti all'uscita di 'Inverno ad Honolulu', ultimo disco dei Puertorico (vedi News) sono stati un po' complicati per noi. Nonostante fosse il disco che avevamo sempre sognato d'incidere, non eravamo pronti a gestire lo stress e la pressione che derivava dal lavorare per una grande etichetta discografica: ci siamo trovati di botto coinvolti dal successo, trasportati a suonare davanti a cinquemila persone, invece che nelle sale prova alle quali eravamo abituati… Non è stato facile gestire lo stress emotivo. E come spesso accade nelle migliori famiglie, anche noi, che ci conoscevamo fin dall'adolescenza, non abbiamo retto il colpo e abbiamo deciso di fermarci per un po'. In seguito Thomas, a cui è dedicata al prima canzone del nuovo album intitolata 'Song for Thomas', è diventato papà ed ha preferito dedicarsi all'elettronica. Io e Massimo, invece, abbiamo continuato a scrivere canzoni, a suonare; nel frattempo ci siamo iscritti alla civica scuola di jazz di Milano, dove abbiamo approfondito lo studio dei nostri rispettivi strumenti (basso e batteria) ed abbiamo iniziato a studiarne degli altri. Poi ad un certo punto, incoraggiati anche dal supporto dei fan che continuavano a scriverci sul sito (http://easypuertorico.freeweb.supereva.it/), ci siamo detti: perché non andiamo avanti noi a suonare? E così sono nati i Loma e l'album”.
E per evitare di trovarsi nuovamente sottoposti ai ritmi serrati e alle pressioni imposte dalle major e avere maggior libertà, il duo ha fondato la propria etichetta discografica, La Nina Dischi (dal nome di uno dei cani della giornalista, presentatrice e cantante), con cui ha pubblicato il primo disco: “E' stato un modo per sottrarci a quegli stress da aspettative”, spiega la Maugeri, “E mi ha dato la possibilità di seguire tutte le fasi di realizzazione del disco, dall'incisione delle canzoni in studio, alla stampa dei CD fino alla realizzazione della copertina (giocata tutto sui diverse tonalità di rosa). Tutti aspetti che difficilmente un musicista segue in prima persona”.
Il nuovo album, che è nato sotto la supervisione artistica di un altro musicista catanese, Cesare Basile, contiene otto canzoni inedite, scritte da Paola Maugeri e Massimo Ferrarotto (che nel disco esordisce come cantante), quattro delle quali sono in inglese: “Non so come sono nate”, scherzano i due Loma proposito: “Sono venute da sole".
“Abbiamo lavorato al disco per tre mesi in assoluta rilassatezza e Cesare”, aggiunge Ferrarotto a proposito della collaborazione con Basile, “che è un musicista che stimiamo molto, ha dato un impronta low–fi alle canzoni”.
I Loma inizieranno una tournée nei club probabilmente il prossimo inverno: “Faremo molte date da ottobre in poi, anche perché le canzoni del disco si prestano molto di più ad essere suonate negli spazi al chiuso che all'aperto. Per l'estate saremo presenti, magari, a qualche festival”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.