Un nuovo singolo e un cortometraggio video per Aphex Twin

Un nuovo singolo e un cortometraggio video per Aphex Twin
E' un ritorno alla grande quello di Richard James, da tutti conosciuto come Aphex Twin. Il padre indiscusso dell'ambient techno, l'inventore del drill'n'bass (una versione schizofrenica del drum'n'bass), poche settimane fa è stato infatti protagonista di “Sounds of the suburbs”, il nuovo programma di John Peel su Channel 4 (un canale televisivo inglese). E' poi uscito nei negozi con il nuovo singolo, "Window licker", il cui video è stato affidato, ancora una volta, a Chris Cunnigham, già regista dell'ultra horror "Come to daddy". Il singolo è accompagnato anche da un calendario in stile Pirelli in cui, come sempre, Richard James si diverte ad assumere le più svariate identità. Questa volta, dopo i bambini/nani di "Come to daddy", James diventa "bitch" da ghetto style con seni al silicone strabordanti.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.