Nuove classifiche UK: Marilyn Manson si ferma al quarto posto

Nuove classifiche UK: Marilyn Manson si ferma al quarto posto

Il nuovo singolo delle Girls Aloud, “No good advice”, non riesce a togliere il primato ad “Ignition remix” di R.

Kelly; il disco delle ragazze, l’ennesimo gruppo lanciato da una gara canora televisiva, si ferma infatti al secondo posto dando al cantante la seconda settimana di regno. In terza posizione, proveniente dalla seconda, c’è “Favourite things” dei Big Brovaz, mentre in quarta debutta “Get busy” di Sean Paul. “Loneliness” dei Tomcraft, sigla dietro la quale si nasconde un DJ tedesco, cala sul quinto gradino. La penultima nuova entrata della settimana è costituita da “Lately” di Lisa Scott-Lee, ex componente degli Steps, che si prende il numero 6. Cala al 7 “Take your shoes off” delle gemelle transilvane Cheeky Girls, scende dal 5 all’8 “Rise & fall”, il duetto di Craig David con Sting. Ultima new entry in Top 10 è, al numero 9, “All about lovin’ you” di Bon Jovi. Chiude “Husan” dei Bhanga Knights. “Minerva”, il nuovo singolo dei Deftones, non riesce a balzare sul treno dei primi dieci e si deve accontentare d’un esordio sulla quindicesima posizione. Si rifanno vedere, sebbene su posizioni non particolarmente brillanti, sia i Wildhearts sia gli Shed Seven; il gruppo di Ginger raggiunge il numero 22 con “So into you”, i Seven il 23 con “Why can’t I be you”.


Per quanto riguarda gli album, per Justin Timberlake in Gran Bretagna il momento non potrebbe essere più favorevole: continue interviste, servizi, gossip, apparizioni TV, un concerto alla Wembley Arena di Londra.

Il tutto ovviamente si traduce in un rinnovato interesse nei confronti del suo album “Justified”, che giunto in chart 28 settimane fa, si riprende la prima posizione. Al numero 2 ecco “Elephant” dei White Stripes, al 3 l’omonimo dei Busted. Il trio ha peraltro appena annunciato i suoi primi concerti: i biglietti sono già in vendita nonostante gli show si terranno solo nel marzo 2004. Non troppo male ma neppure troppo bene il ritorno di Marilyn Manson. “The golden age of grotesque” dell’ex Antichrist Superstar, in questi giorni in Italia al centro di polemiche per la sua esibizione di Monza, si ferma al numero quattro. Scivola dal primo posto al quinto “Think tank” dei Blur. Guadagna rapidamente terreno “Fallen” degli Evanescence, un gruppo USA che inizialmente pareva potesse interessare ai soli americani; il loro “Fallen” passa dal numero 12 al 6. Sulla settima tacca c’è “Stripped” di Christina Aguilera, sull’ottava “American life” di Madonna, sulla nona (con 59 settimane di presenza) “Come away with me” di Norah Jones, infine chiude “Chocolate factory” di R.Kelly, che salta dal numero 17 al 10. Nessuna nuova entrata dal numero 4 al 31, posizione in cui debutta “NYC man” di Lou Reed. In fondo alla Top 50 si affaccia “Luxembourg” dei Bluetones; otto anni fa il loro primo album schizzava al numero uno, ora devono accontentarsi del numero 49. .

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.