Ek (Spotify) al Financial Times: 'Per ora niente IPO, voglio completare l'opera'

 A pranzo a New York con Andrew Edgecliff-Johnson, media editor del Financial Times che gli ha dedicato un lungo articolo/ritratto/intervista nell'edizione del quotidiano pubblicata venerdì scorso 27 settembre , il fondatore e amministratore delegato di Spotify Daniel Ek spiega che non ha alcuna intenzione, per ora, di mollare la presa né di tentare la strada del collocamento in Borsa. "Ho avuto delle offerte, ma quel che voglio fare ora è completare il lavoro", assicura. "Dipende come lo fai", spiega il giovane imprenditore svedese sgombrando il campo dai "rumours" di una IPO più o meno imminente. "Il mercato", afferma, "è troppo orientato verso il capitalismo dei report trimestrali". Ma aggiunge anche di essere convinto che là fuori ci sia ancora un miliardo di consumatori da conquistare, e che per lo streaming "siamo solo all'inizio del viaggio. Questo è il momento di investire".

Il giornalista del Financial Times gli chiede conto delle tensioni con alcuni manager e con i musicisti, che - come gli Atoms For Peace e i Radiohead, uno dei suoi gruppi preferiti assieme ai Daft Punk - lo accusano di pagare royalty troppo modeste in cambio dell'utilizzo sulla piattaforma delle loro canzoni (ci vogliono circa 200 stream, oggi, per generare l'incasso di un download, 99 centesimi di dollaro o di euro). Ek replica di esserne "rattristato, perché se hai in testa di diventare vergognosamente ricco non apri una società musicale. Paghiamo tuttora oltre il 70 per cento dei soldi che guadagnamo, e non sto fregando nessuno". "Abbiamo avuto dibattiti analoghi in Svezia", aggiunge, "ma si sono interrotti circa due anni fa" quando nel Paese scandinavo lo streaming è decollato rilanciando i consumi musicali e un mercato di cui oggi rappresenta i tre quarti in termini di vendite.

Quanto alla possibilità, anch'essa ventilata, che Spotify faccia partire prima o poi anche un servizio video, Ek spiega che "abbiamo tutte le componenti. Ma la musica resta il mio obiettivo primario e anche quello secondario", anche perché lo streaming, sostiene, "è il più grande cambiamento dell'industria della musica dai tempi dell'invenzione della registrazione". Nel corso dell'intervista rivela però un'altra sorprendente, e assai maggiore, ambizione: quella di mettersi in gioco per dare una risistemata a un servizio sanitario "a catafascio": "Non solo l'inventore", dice, "ma potrei essere la persona abbastanza stupida da andare contro il sistema e batterlo sul suo stesso campo".

Nel lungo articolo Ek rivela molto altro di se stesso, dei suoi inizi, della sua vita privata, dei suoi pensieri, dei suoi interessi e anche dei suoi gusti musicali: la sua attuale Top Ten su Spotify include Mike Snow, Lykke Li, John Legend, Solange, Haim, Daft Punk, Miguel, Mumford & Sons, The Royal Concept e Kanye West.

Dall'archivio di Rockol - Gli album essenziali del rock italiano anni Novanta
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.