Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Industria / 30/09/2013

Beats, nel capitale entra il gruppo finanziario Carlyle

Beats, nel capitale entra il gruppo finanziario Carlyle

Dopo che l'azienda taiwanese HTC, produttrice di smartphone e tablet, ha restituito a Beats il suo pacchetto azionario del 24,84 % in cambio di 265 milioni di dollari, la società fondata da Dr. Dre e Jimmy Iovine accoglie ora nella struttura proprietaria il gruppo finanziario Carlyle: secondo quanto riporta il Wall Street Journal, quest'ultimo avrebbe investito nella start up 500 milioni di dollari in cambio di una quota di minoranza. La nuova iniezione di denaro, che si aggiunge alle cospicue somme generate nel 2012 dalla vendita di cuffie stereo portatili (oltre 1 miliardo di dollari) mette a disposizione della società ulteriori risorse per finanziare il lancio del servizio di streaming Beats Music, il cui debutto è atteso entro fine anno ma che potrebbe anche slittare ai primi mesi del 2014. Uscita di scena HTC, che comunque secondo il WSJ dovrebbe continuare a collaborare con Beats, quest'ultima avrà modo di sviluppare ulteriori partnership per portare il servizio digitale sul maggior numero di dispositivi portatili possibili (il "mobile", infatti, è ritenuto essere la nuova frontiera critica per lo streaming).

Nel commentare la notizia, il blog Music Ally osserva quanto il mercato internazionale dello streaming stia diventando ultracompetitivo, con grosse risorse economiche in gioco: a colossi in grado di autofinanziarsi come Apple (iTunes Radio), Google (Play Music), Sony e Microsoft, infatti, si affiancano gli specialisti come Spotify (secondo alcune fonti alla ricerca di debiti di finanziamento da banche e istituti di credito per alimentare i suoi piani di sviluppo), Pandora (che sta raccogliendo 279 milioni di dollari attraverso l'emissione di nuove azioni), Deezer (fiancheggiata da Access Industries, proprietaria di Warner Music) e Rdio, ora sostenuta da una partnership con il gruppo radiofonico Cumulus Media.