Comunicato Stampa: A Napoli 'Carosone porte aperte', mostra dei quadri di Renato Carosone

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

17 e 18 maggio, a Napoli

Carosone porte aperte
In mostra opere di Renato Carosone

interventi di Federico Vacalebre e Nello Daniele

Sabato 17 maggio, nell'ambito del Maggio dei Monumenti, l'associazione culturale Donna Regina e il Premio Carosone organizzano, "Carosone porte aperte". Un viaggio in musica tra la produzione pittorica di Renato Carosone, allestita e visitabile (solo fino a domenica 18 – ingresso libero) presso l’Atelier d’arte dello scultore Luigi Mazzella a Villa Haas, in Via Cimarosa 37 a Napoli. In programma, a partire dalle 18.30, una visita guidata al cortile ed alle cantine della storica Villa Haas e una degustazione di vini campani D'Antiche Terre, introduce Gaetano Ciccarella. Alle ore 20 sarà inaugurata la mostra “Carosone Porte Aperte”, spazio “carosoniano” nel “maggio napoletano”. “E’ l’ennesima constatazione – scrive in una nota Federico Vacalebre - se mai ce ne fosse stato bisogno, che Renato Carosone è un pezzo importante dell’arte partenopea, un bene culturale che non ha bisogno di restauri, ma sicuramente si giova di ogni tipo di studio ed approfondimento”.

Carosone porte aperte rende disponibili le collezioni napoletane dei Carosone , in questo caso, “sonorizzandole” con l’omaggio di Nello Daniele, capace di fondere una sua canzone con “Tu vuò fa’ l’americano”, ma anche di recuperare dal baule dei pezzi meno fortunati “T’aspetto ‘e nove” e “’Na canzuncella doce doce”. La mostra, resa possibile dalla famiglia Carosone (la sorella Olga e i nipoti Maurizio, Antonio, Stefania, Marina e Carla), raccoglie dipinti e disegni mai esposti prima. “Ci sono - continua Vacalebre - i primi nudi abbozzati all’Accademia di Brera, i primi quadri regalati con orgoglio da neopittore alla sorella Olga, gli schizzi realizzati un po’ per gioco e un po’ per sfida a casa del nipote Maurizio… Ci sono le influenze ‘picassiane’ e gli sviluppi più originali, ci sono i tratti incerti degli esordi e quelli della prima maturazione. Ci sono le ispirazioni rubate al suo lavoro di uomo di spettacolo e tematiche invece lontanissime dall’attività di showman”. Tra un brindisi, un quadro e una canzone, Federico Vacalebre, ideatore e direttore artistico del Premio Carosone, ricorderà “perché non possiamo non dirci carosoniani” . “Per quanto concerne il Premio Carosone, ormai pronto alla seconda edizione – conclude Vacalebre - c’è da prendere atto di alcune felicissime circostanze che confermano quanto importante sia l’appuntamento che, con la Regione Campania e la Chiara Sun Music di Napoli, si organizza per rendere omaggio a uno degli artisti più importanti della canzone napoletana – e quindi italiana – dell’intero Novecento. Penso a Massimo Ranieri, Premio Carosone 2002 che come interprete, ha (ri)lanciato nel suo nuovo album la deliziosa “Giacca rossa ‘e russetto”; penso alla casa discografica Lettera A di Sandrino Aquilani che ha inciso su cd nuove registrazioni e addirittura brani mai ascoltati del maestro; a RadioTre Rai che ha dedicato un’intera settimana di “Fahrenheit” a “Un americano a Napoli”, l’autobiografia che Carosone scrisse nel 2000”. Per informazioni sulla serata: Associazione "Donna Regina" – tel. 3336135927 – 3397819225 , in internet nella sezione dedicata di www.temacom.org
Music Biz Cafe, parla Stefano Lionetti (TicketOne)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.