Oggi in breve 2: Primus, Alvin Lee, Jack White, David Byrne

Oggi in breve 2: Primus, Alvin Lee, Jack White, David Byrne

Tim "Herb" Alexander, batterista dei Primus che lasciò il trio californiano guidato da Les Claypool nel 1996, è ufficialmente rientrato in seno alla formazione, tornata così all'assetto storico del primo album "Frizzle fry" del 1990. A confermarlo è stato lo stesso Claypool (nella foto), sentito dall'edizione statunitense di Rolling Stone. "Sarà interessante vedere cosa accadrà quanto torneremo in studio a fare casino", ha spiegato il cantante e bassista, che ha tuttavia espresso cautela circa la registrazione di un eventuale nuovo album: "E' un po' prematuro parlare di un nuovo disco: dovremo vedere come andranno le cose nei prossimi giorni, in studio. Se le idee inizieranno a uscire senza problemi, di certo correremo a registrarle. Se non dovesse succere", ha aggiunto Claypool ironicamente, "chiameremo Alex Van Halen".

Sarà distribuito prossimamente sul mercato "The last show", testimonianza dell'ultima esibizione dal vivo del già frontman dei Ten Years After Alvin Lee, improvvisamente scomparso lo scorso mese di marzo. Rigistrato in Olanda nel maggio del 2012, il disco include quattordici brani, oltre che a un booklet con scatti della serata e testimonianze di amici e collaboratori.

Che a Jack White il formato digitale, parlando di musica, non vada troppo a genio, ormai non è un mistero per nessuno. L'ex leader dei White Stripes e proprietario dell'etichetta Third Man Records ha voluto ribadire le sue convinzioni in materia in un'intervista rilascia all'Atlantic. "I Pink Floyd inorridirono quando ascoltarono la versione in CD dei loro primi album", ha spiegato il cantante e polistrumentista: "Questo perché i primi convertitori da analogico a digitale facevano incredibilmente schifo. Per fortuna hanno tenuto in master originali su nastro... I formati digitali negli ultimi anni hanno dimostrato di essere tutto fuorché sicuri. Col nastro le informazioni le perdi solo se questo si rompe".

Tornerà nei negozi sotto nuova forma "Here lies love", il concept album realizzato da David Byrne e Fatboy Slim incentrato sulla figura dell'ex first lady filippina Imelda Marcos: un disco realizzato dal cast che mise in scena il musical tratto dal lavoro verrà consegnato prossimamente al mercato dalla Nonesuch Records con sette brani inediti non presenti nell'edizione originale.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.