Distribuzione indipendente sotto il segno di Audiocoop

All'estero, marchi come ADA (Alternative Distribution Alliance, Stati Uniti) e Caroline Music (Gran Bretagna) sono diventati firme assai conosciute della scena musicale: distribuzioni indipendenti che hanno conquistato market share sostanziose mettendo in pratica il concetto di sinergia, secondo cui il prodotto dell'operazione è superiore al valore e al potenziale dei singoli fattori. Mediamusicaitalia, la distribuzione indipendente che – sotto l'egida di Audiocoop – si appresta a debuttare il 21 giugno prossimo (giorno della festa della musica), ha ambizioni decisamente più ridotte, oltre che un'impostaione e un'organizzazione del tutto differenti: ma è un apprezzabile tentativo di fare “networking” in un mercato tradizionalmente individualista, anche in ambito “indie”, come il nostro.
Il sistema si fonda su uno scambio di servizi tra gli associati, etichette indipendenti e artisti autoprodotti: ognuno di essi agisce in pratica da “rappresentante di zona” per i prodotti degli altri, nella promozione sui media e nei rapporti commerciali con i punti vendita (negozi di dischi, librerie, circoli e caffè letterari) a lui più vicini sul territorio e con cui è abituato a lavorare. Ogni negozio sarà dotato di un espositore destinato a dare visibilità al catalogo gestito dalla distribuzione indipendente, in vendita a prezzi adeguatamente ridotti rispetto a quelli praticati dalle major. Un sito Web (www.mediamusicaitalia.it) farà da vetrina e supporto telematico al progetto, fornendo link diretti ai siti di artisti ed etichette nonché ai negozi che effettuano la vendita on-line, notizie sui tour dei gruppi coinvolti, informazioni sulle radio che trasmettono la loro musica e sui punti vendita in cui è possibile acquistare i loro prodotti.
Al progetto hanno aderito finora una decina di società sparse sul territorio (Astrazioni Foniche, Blond Records, Bumshiva, Coa Music, Doc Servizi-Freecom, Hullabaloo, Ladymusic, Materiali Musicali, PmA, Studio80 Fortuna Rec., Toast Records) e artisti come Ridillo, Radio Fiera e Giovanni Imparato. Altri dovrebbero aggiungersi da qui al lancio dell'iniziativa.
Music Biz Cafe, parla Francesca Trainini (PMI, Impala)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.