Comunicato Stampa: A Roma 'Sangeet Mela 2003 - L'India all'auditorium'

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.


Auditorium Parco della Musica, Freeformjazz, Bettacom S.a.s.
presentano

“SANGEET MELA 2003”
L’INDIA ALL’AUDITORIUM
MUSICA, CULTURA, CINEMA, MODA, FOLKLORE, GASTRONOMIA

in collaborazione con
Comune di Roma, The British Council, Ambasciata dell’India
ROMA - Auditorium Parco della Musica
16, 17, 18 MAGGIO 2003

Sangeet Mela, che in hindi significa “festival di musica”, è il primo Festival della cultura indiana a Roma. Per tre giorni l’Auditorium Parco della Musica, ospiterà la musica indiana tradizionale ed elettronica, il cinema di Bollywood, la cultura, la moda, la gastronomia e il folklore arrivati direttamente da Bombay. Dopo anni in cui l’Occidente dimostra interesse e passione per l’Oriente, il fenomeno di globalizzazione della cultura indiana è ormai evidente. Questa invasione orientale è diventata un vero e proprio fatto di costume.

Il progetto Sangeet Mela, nasce con l’intenzione di far conoscere ad un pubblico sempre più vasto i maestri della musica tradizionale indiana e di affiancarli ai protagonisti dell’Asian-Underground, filone della musica elettronica contemporanea, nato a Londra, nella zona di Bricklane (il quartiere anglo-indiano per eccellenza) circa dieci anni fa, divenuto nel tempo uno dei fenomeni più interessanti della scena musicale anglosassone. Ma la musica non sarà l’unica protagonista.
Con il Sangeet Mela, l’Auditorium rivolge il suo sguardo al mondo, contaminando la sua struttura con concerti, performance itineranti, mostre fotografiche, laboratori e gastronomia. L’appuntamento di maggio segna, infatti, l’inizio di una serie di festival internazionali permanenti che entreranno a far parte del calendario di attività del Parco della Musica.

Il Sangeet Mela si articola in tre serate di musica dal vivo, e propone ben sei concerti dei maestri della musica indiana tradizionale, Fahimuddin Dagar, Shubha Mudgal, Ustad Asad Ali Khan (per la prima volta in Italia), e degli esponenti della scena londinese anglo-indiana Talvin Singh, Cleveland Watkiss e State of Bengal, che presenteranno in anteprima europea i loro nuovi Cd.

Il programma del festival sarà arricchito da una rassegna di eventi che vanno dai workshop di tabla e sitar, gli strumenti tradizionali della musica indiana, ai workshop di artigianato tessile indiano, dalla proiezione di video di Bollywood, alla degustazione di menu tipici della gastronomia indiana. Nella Cavea dell’Auditorium, inoltre, il Sangeet Mela ospiterà uno spettacolo di folklore locale con i funamboli arrivati direttamente dal Rajasthan.


Per favorire l’accesso al festival ad un pubblico giovane e aperto alle nuove tendenze culturali, e per un maggior coinvolgimento sociale delle etnie presenti nella città di Roma, il costo del biglietto di ingresso sarà contenuto.

SITO INTERNET www.sangeetmela.com

PROGRAMMA DEI CONCERTI

Venerdì 16 MAGGIO

Ore 20.30
Vidushi Shubha Mudgal
(voce – tabla – harmonium - tanpura)
Una delle più interessanti cantanti della scena musicale indiana ed interprete versatile di musica classica ed indimenticabili brani di musica popolare.
Luogo: Sala Sinopoli

Ore 22.30
Cleveland Watkiss "THE SOURCE" – Feat Orphy Robinson
Cleveland Watkiss è certamente tra i migliori vocalisti in circolazione. La sua voce jazz/soul con influenze ska, blues, beat, reggae, calypso è parte fondamentale della scena britannica.

Ha avuto tre nomination come miglior vocalist per Wire/Guardian Jazz Awards. Ex leader dei mitici Jazz Warriors e autore del Project 23, Cleveland è sempre stato influenzato dai suoni world, afro e asiatici. Il suo debutto nella scena inglese e internazionale viene descritto dal Guardian come un vero e proprio “big bang”. Ha lavorato con Talvin Singh, Master Musicians of Jajouka, Stevie Wonder, UFO, Courtney Pine, Grooverider, Who,Bob Dylan Sugar Minnot e tantissimi altri. Dopo il grande successo dei suoi due album “Green Chimneys” e “Blessing in Disguise” inizia ad esplorare il mondo della musica elettronica lavorando con Goldie e Talvin Singh, diventando il protagonista delle memorabili serate Metalheadz al Blue Note di Londra. Nel 2002 Cleveland ha registrato il primo album "Victor's Happy Songbook" (feat. Talvin alle tabla), con la geniale etichetta Infracom.
Per Sangeet presenterà un set afro-indian con 9 musicisti sul palco e col leggendario vibrafonista Orphy Robinson.
Presenterà l'album in ANTEPRIMA EUROPEA.
www.clevelandwatkiss.com
Luogo: Sala Sinopoli

SABATO 17 MAGGIO

Ore 20.30
Ustad Rahim Fahimuddin Dagar
(voce – pakhawaj – tanpura)
Ustad Rahim Fahimuddin Dagar appartiene alla più antica famiglia di musicisti dhrupad, il Dagar Gharana, le cui origini risalgono al medioevo indiano. Il dhrupad è un genere vocale e strumentale appartenente alla tradizione classica dell' India del nord. Nato nella corte di Alwar (Rajasthan) nel 1927, Ustad Rahim Fahimuddin Dagar è stato educato alla musica e al canto da suo padre Ustad Rahimuddin Khan Dagar, musicista di corte del sovrano Tukaji Rao Holkar III e illustre cantante del suo tempo.
Apprezzato per la particolare cura del suono della voce, duttile ad ogni sfumatura espressiva, lo stile di canto del maestro rievoca l'atmosfera delle corti indiane in cui il dhrupad è fiorito tra il XVI e il XIX secolo.
Presenterà l'album in ANTEPRIMA EUROPEA.
Luogo: Sala Sinopoli

Ore 22.30
Talvin Singh Trio Live
(Talvin Singh - tabla, Kamal Sabri - Sarangi, Farhat - tanpura) Talvin Singh è uno dei più grandi tablisti al mondo, nonchè deejay e produttore musicali tra i più richiesti. All’inizio della sua carriera lavora con artisti come Sun Ra, Susie and the Banshees,Future sound of London, Massive Attack. Nel 1995 suona nel tour di Courtney Pine e di Bjork. Lavora con Madonna negli album “Ray of Light” e “Music”.
Nel 1996 esce l’album Anokha soundz che propone al mondo occidentale un assaggio sonoro dell’Asian underground, nuovo genere di musica elettronica che va sviluppandosi negli ambienti anglo-orientali dell’east side londinese. Il Times definisce l’album “OK” un disco straordinario; in questo progetto suonano più di 30 musicisti da tutto il mondo come Ryuchi Sakamoto, Byron Wallen, e Cleveland Watkiss. Il pezzo Butterfly (OK, 1999) è stato inserito nella colonna sonora che celebra il passaggio nel nuovo millennio al Millenium Dome.


Dopo aver esplorato la musica elettronica in tutte le sue forme, Talvin Singh è tornato alle origini e presenterà un set completamente acustico.
Presenterà l'album in ANTEPRIMA EUROPEA.
www.anokha.co.uk
Luogo: Sala Sinopoli

Domenica 18 MAGGIO

Ore 20:30
Ustad Asad Ali Khan
(rudra vina – pakhawaj – tanpura)
Ustad Asad Ali khan appartiene alla Jaipur Gharana, una delle più antiche scuole di musica classica indiana.
In India è venerato per la sua abilità tecnica e conoscenza musicale e pertanto ha ricevuto innumerevoli premi e riconoscimenti.
La sua musica è molto diffusa sia nelle radio che nella televisione Indiana; svolge un’intensa attività concertistica in tutto il continente Indiano.
Luogo: Sala Sinopoli

Ore 22.30
State of Bengal Live FEAT MARQUIE GILMORE (ex drummer di Nitin Sawhney, attualmente batterista di Madonna)
State of Bengal (SOB) è un progetto di Sam Zaman, virtuoso bassista, dj e produttore della scena anglo-indiana.
“State of Bengal”, sound-system mette insieme musicisti, rappers e ballerini, è stato tra i protagonisti assoluti di Anhoka inserendo artisti quali Asian Dub Foundation, Fun-da -Mental e Mc Mustaq.
Il loro singolo "IC408 (il volo Calcutta-Londra che portava tante speranze in UK dai giovani indiani) è stato insieme a - Chittagong Chill tra i brani più suonati della famosa compilation di Talvin Singh SOUNDZ FROM ASIAN UNDERGROUND.
Debuttano con l'album Visual Audio per la Little Indian con un tour mondiale, remixano Bjork, Massive Attack & Nusrat Fateh Ali Khan's Shadow per l'album della RealWorld StarRise .
Segue un tour in UK con il grande maestro di Sitar Ananda Shankar prima della sua morte nel 2000. L'album "The Ananda Shankar Experience" per Real World è testimonianza di questo evento.
www.stateofbengal.com
Luogo: Sala Sinopoli

PROGRAMMA EVENTI

A INGRESSO GRATUITO

L’Auditorium presenta:
Auditorium Parco della Musica per Roma Sangeet Mela mostre, workshop, gastronomia, video, spettacoli e musica dal vivo

16 maggio ore 19
Inizio festival anglo indiano

Programma:
16 maggio dalle 19 alle 24
17 e 18 maggio dalle 11 alle 24

Jam session di Tabla e Sitar Workshop di tabla e sitar a cura di Aki Schreder - Spazio Risonanze

Jam session di Tabla e Sitar - Spazio Museo Archeologico

Mostra di moda e artigianato tessile indiano a cura di Fabindia - Foyer Sala Sinopoli

Workshop di artigianato tessile a cura di Fabindia - Foyer Sala Sinopoli

Mostra mercato di Sarees antichi e moderni a cura di Indoroman - Bookshop

Video Bollywood: Immagini e Suoni dall’India a cura del Vj DDG-Crew - Foyer Sala Sinopoli

Proiezioni di “Curry Cultura” a cura di Stefano Pistolini / Massimo Salvucci RAISAT
La Fusion culturale India – Occidente – Italia - Sala Stampa

Mostra fotografica: “La Musica Indostana” a cura di Maurizio Frullani
Ritratti in bianco e nero di musicisti, costruttori di strumenti classici e scuole di musica - Foyer Museo Archeologico

Internet Cafè - Sala Stampa (a pagamento)

Degustazione menu gastronomia indiana e aperitivi a cura de Il Guru & Relais le Jardin - Sala Ospiti (a pagamento)

Bazar indiano - Atrio Nord
Ampia selezione di prodotti dell’artigianato, strumenti musicali, libri e CD di musica indiana.

Grande spettacolo di musica, danze e funamboli dal Rajasthan con i Dhoad Gipsy
Domenica18 maggio ore 17
Cavea
Ingresso libero

Workshop gratuiti su prenotazione

Venerdì 16 maggio Ore 19.00 Inaugurazione del Festival anglo-indiano Sabato 17 maggio
Dalle ore 11.00 alle ore 24.00 · Ore 11.00
Workshop di tabla a cura di Aki Schreder (I livello)
Spazio Risonanze
Durata 2 ore
Seguirà Jam session di Tabla e Sitar
Spazio Museo Archeologico

· Ore 11.00
Workshop di artigianato tessile a cura di Fabindia
Foyer Sala Sinopoli
Durata 2 ore

· Ore 16.00
Workshop di sitar a cura di Aki Schreder (I livello)
Spazio Risonanze
Durata 2 ore
Seguirà Jam session di Tabla e Sitar
Spazio Museo Archeologico

· Ore 16.00
Workshop di artigianato tessile a cura di Fabindia
Foyer Sala Sinopoli
Durata 2 ore

Domenica 18 maggio

Dalle ore 11.00 alle ore 24.00 · Ore 11.00
Workshop di tabla a cura di Aki Schreder (II livello)
Spazio Risonanze
Durata 2 ore
Seguirà Jam session di Tabla e Sitar
Spazio Museo Archeologico

· Ore 11.00
Workshop di artigianato tessile a cura di Fabindia
Foyer Sala Sinopoli
Durata 2 ore

· Ore 16.00
Workshop di sitar a cura di Aki Schreder (II livello)
Spazio Risonanze
Durata 2 ore
Seguirà Jam session di Tabla e Sitar
Spazio Museo Archeologico

· Ore 16.00
Workshop di artigianato tessile a cura di Fabindia
Foyer Sala Sinopoli
Durata 2 ore

Info e prenotazioni per i workshop:
www.sangeetmela.com, www.auditoriumroma.com
Tel. 06 80 241 281 – dalle ore 9 alle ore 18.00
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.