iTunes Radio, al debutto quattro canali radio marchiati Pepsi

Tra i tanti sponsor - McDonalds's, Nissan, Procter & Gamble, ecc. - che accompagnano il debutto di iTunes Radio, lanciata ieri negli Stati Uniti, Pepsi è l'unico a presentare quattro canali radio contraddistinti dal suo logo in forza di un contratto che si estende a tutto il 2014 e che in futuro riguarderà altri marchi del gruppo, la bibita gassata Mountain Dew e gli snack Frito-Lay. Le quattro stazioni, contraddistinte dal nome "Pulse of Now", sono dedicate al pop, al country, alla musica latina e alla EDM (electronic dance music) e propongono al pubblico artisti a loro volta sponsorizzati dalla società come il gruppo dance messicano 3ballMTY, il cantante country Hunter Hayes e la cantautrice olandese Eva Simons. Ogni canale, spiega Billboard, prevede interruzioni pubblicitarie audio ogni 15 minuti, più un video spot all'ora (compreso quello che ha come protagonista Beyoncé, testimonial principe della ditta di soft drinks).

A Billboard il direttore marketing di PepsiCo Frank Cooper ha raccontato in esclusiva che i contatti con Apple erano iniziati nel 2012 (ma già nel 2004 le due società avevano collaborato a una promozione che prevedeva la distribuzione gratuita di 100 milioni di download al pubblico grazie ai codici applicati sui prodotti Pepsi). "Ovviamente lo streaming non è una novità, ma noi crediamo che ci sia una grossa crescita all'orizzonte. Ai nostri occhi l'ampio ecosistema di Apple appare estremamente interessante. I dati e l' engagement che riesce a sviluppare su tutta la piattaforma iTunes, i dispositivi di cui dispone e la sua creatività quando si tratta di generare un'esperienza completa e olistica per la musica ci fa pensare che questa operazione potrà diventare un elemento critico nel più ampio quadro del nostro tentativo di coinvolgere attorno alla musica gli appassionati e i nostri consumatori". "Crediamo di essere in grado di misurare il 'talk value' di questa campagna", ha aggiunto Cooper nell'intervista a Billboard. "Non è nostra intenzione martellare il pubblico con i messaggi riguardanti Pepsi, il punto principale è la sua esperienza di ascolto. Ma crediamo che, con Apple come partner, saremo in grado di creare alcuni strumenti di misurazione per quanto riguarda i social media. Guarderemo anche al valore del marchio attraverso una finestra più ampia e questo non potrà accadere nei primi tre mesi, forse neanche nel primo anno, ma sul più lungo termine".

Il contratto di Pepsi prevede che la società sia l'unico sponsor di iTunes Radio nel settore delle bevande fino alla fine del 2013. A partire dal 2014 ogni pacchetto pubblicitario venduto da Apple richiederà un impegno minimo di 12 mesi con un tetto minimo di 1 milione di dollari di investimento.

    Tra i tanti sponsor - McDonalds's, Nissan, Procter & Gamble, ecc. - che accompagnano il debutto di iTunes Radio, lanciata ieri negli Stati Uniti, Pepsi è l'unico a presentare quattro canali radio contraddistinti dal suo logo in forza di un contratto che si estende a tutto il 2014 e che in futuro riguarderà altri marchi del gruppo, la bibita gassata Mountain Dew e gli snack Frito-Lay. Le quattro stazioni, contraddistinte dal nome "Pulse of Now", sono dedicate al pop, al country, alla musica latina e alla EDM (electronic dance music) e propongono al pubblico artisti a loro volta sponsorizzati dalla società come il gruppo dance messicano 3ballMTY, il cantante country Hunter Hayes e la cantautrice olandese Eva Simons. Ogni canale, spiega Billboard, prevede interruzioni pubblicitarie audio ogni 15 minuti, più un video spot all'ora (compreso quello che ha come protagonista Beyoncé, testimonial principe della ditta di soft drinks).

    A Billboard il direttore marketing di PepsiCo Frank Cooper ha raccontato in esclusiva che i contatti con Apple erano iniziati nel 2012 (ma già nel 2004 le due società avevano collaborato a una promozione che prevedeva la distribuzione gratuita di 100 milioni di download al pubblico grazie ai codici applicati sui prodotti Pepsi). "Ovviamente lo streaming non è una novità, ma noi crediamo che ci sia una grossa crescita all'orizzonte. Ai nostri occhi l'ampio ecosistema di Apple appare estremamente interessante. I dati e l' engagement che riesce a sviluppare su tutta la piattaforma iTunes, i dispositivi di cui dispone e la sua creatività quando si tratta di generare un'esperienza completa e olistica per la musica ci fa pensare che questa operazione potrà diventare un elemento critico nel più ampio quadro del nostro tentativo di coinvolgere attorno alla musica gli appassionati e i nostri consumatori". "Crediamo di essere in grado di misurare il 'talk value' di questa campagna", ha aggiunto Cooper nell'intervista a Billboard. "Non è nostra intenzione martellare il pubblico con i messaggi riguardanti Pepsi, il punto principale è la sua esperienza di ascolto. Ma crediamo che, con Apple come partner, saremo in grado di creare alcuni strumenti di misurazione per quanto riguarda i social media. Guarderemo anche al valore del marchio attraverso una finestra più ampia e questo non potrà accadere nei primi tre mesi, forse neanche nel primo anno, ma sul più lungo termine".

    Il contratto di Pepsi prevede che la società sia l'unico sponsor di iTunes Radio nel settore delle bevande fino alla fine del 2013. A partire dal 2014 ogni pacchetto pubblicitario venduto da Apple richiederà un impegno minimo di 12 mesi con un tetto minimo di 1 milione di dollari di investimento.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.