Nathalie, 'Anima di vento' è la reazione ai grandi cambiamenti: l'intervista

Nathalie, 'Anima di vento' è la reazione ai grandi cambiamenti: l'intervista

A distanza di quasi tre anni dal precedente "Vivo sospesa" Nathalie torna sulle scene con il suo nuovo album di inediti, "Anima di vento".

Un disco importante, questo, con il quale la giovane cantautrice romana cerca non solo di confermarsi come una delle più raffinate cantautrici del panorama musicale italiano, ma anche di confermare il successo riscosso con la buona prova del suo album di debutto. "Anima di vento" raggiungerà il mercato domani, martedì 17 settembre; per l'occasione abbiamo raggiunto telefonicamente Nathalie, che sin da subito si è dichiarata entusiasta del suo nuovo lavoro: "Sono emozionata e davvero molto felice. Questo disco rappresenta per me la chiusura di un cerchio e di un periodo particolare (e anche abbastanza travagliato) della mia vita. Nel giro di poco tempo sono passata ad esibirmi dai piccoli locali alle grandi platee, e questo ha destabilizzato un po' quella che ero. Così ho passato questi ultimi due anni a guardarmi dentro nel tentativo di trovare un nuovo centro e un nuovo equilibrio. Ogni cambiamento presuppone un riadattamento da parte di chi lo vive. Spero che al pubblico arrivi ciò che io volevo comunicare veramente con queste nuove canzoni". I due anni passati dalla pubblicazione di "Vivo sospesa" sono stati molto fertili dal punto di vista creativo e anche per quanto riguarda la scrittura di nuovi brani, come racconta la cantautrice: "Ho avuto il bisogno anzitutto di metabolizzare quello che mi è successo, e poi di trasporlo in musica. Dunque, al momento di selezionare i brani da inserire in questo nuovo disco mi sono ritrovata davanti un sacco di materiale interessante. Il problema principale consisteva nel trovare un filo conduttore che potesse collegare tra di loro le canzoni. Alla fine lo abbiamo riscontrato nel concetto di riflessione e di reazione ai cambiamenti". .

Con "Anima di vento", un album che per il sound che lo caratterizza (tendente all'indie rock) e i brani che propone sembra guardare con distacco i prodotti da classifica, Nathalie si scrolla di dosso l'etichetta di ex-talent. Dalle sue parole, comunque, non traspare disprezzo nei confronti dei talent show come modo per ottenere successo facile, anzi: "Non è semplice al giorno d'oggi portare avanti un progetto senza doversi scontrare con la difficoltà che si ha a farsi ascoltare dal grande pubblico, e non è semplice neppure trovare i canali giusti per ottenere quel pubblico lì. Da parte dell'artista ci deve essere un impegno serio, un 'rimboccarsi le mani' in prima persona. Anche io, prima di X-Factor e Sanremo, ho vissuto l'arte come mestiere precario". Proprio a proposito del sound di "Anima di vento", l'impressione che si ha ad ascoltare il nuovo disco della cantautrice italo-belga è che se nel precedente "Vivo sospesa" a regnare indiscusso era il pianoforte, ora a farla da padrone sono le chitarre (acustiche, ma anche elettriche): "Rispetto al mio primo album, in 'Anima di vento' si avverte chiaramente la presenza di un maggior numero di brani rock. Probabilmente non è stata una scelta voluta quanto una necessità dettata dalla voglia di esprimere il mio lato più grintoso. Lavorando con il mio produttore artistico abbiamo comunque cercato di non distaccare troppo l'aspetto intimistico da quello rock, fondendoli in qualche modo (è questo il caso di 'Come un aquilone', che partendo da atmosfere più pacate finisce per scoppiare nel finale)".

Prodotto artisticamente da Francesco Tosoni, il secondo album in studio di Nathalie è stato masterizzato da Geoff Pesche negli Abbey Road Studios di Londra e contiene undici tracce tra le quali il singolo di lancio "Sogno d'estate" (in duetto con Raf). Tralasciando quella con il cantautore pugliese (con il quale Nathalie aveva già avuto modo di duettare in "Numeri", contenuto nell'omonimo album di Raf), altre collaborazioni illustri sono quelle con Toni Childs (è sua la voce dell'intro nella traccia numero sei, "La verità") e con gli Gnu Quartet (una conferma, dal momento in cui i tre avevano già suonato in "Vivo sospesa"): "Per quanto riguarda Toni Childs, la nostra è una collaborazione nata in maniera molto musicale, cercavo qualcuno che potesse apportare un valore aggiunto a 'La verità'. Senza ombra di dubbio, la sua voce ha una grande capacità evocativa e Toni ha un approccio alla musica che apprezzo davvero tanto. Quanto agli Gnu Quartet, quello che mi lega a Stefano Cabrera & Co. è un rapporto di amicizia e non solo artistico". Non passa di certo inosservato il duetto con Franco Battiato, del quale la cantautrice romana aveva aperto alcuni concerti tre anni fa: "Dopo quell'esperienza siamo rimasti in contatto e lui si è mostrato sempre gentile e disponibile nei miei confronti e nei confronti della mia musica. Spesso l'ho invitato ad ascoltare delle canzoni ancora in fase embrionale e lui, puntualmente, mi ha dato diversi consigli o suggerimenti. Tempo fa ho trovato il coraggio per proporgli il duetto ne 'L'essenza' e Franco sin da subito si è dimostrato convinto, tanto da voler addirittura suonare i synth del brano in questione".

Veniamo infine al tour relativo alla promozione di "Anima di vento": "Il calendario è ancora in fase di lavorazione e la date top secret", dichiara Nathalie. Quanto alla scaletta, invece, i fan della cantautrice romana potranno ascoltare dal vivo anzitutto i brani contenuti nel nuovo disco, qualche canzone tratta da "Vivo sospesa" e alcuni inediti già proposti nel precedente tour.

Mattia Marzi

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.