NEWS   |   Industria / 16/09/2013

Partnership con Cumulus (radio), Rdio lancia un servizio gratuito

Partnership con Cumulus (radio), Rdio lancia un servizio gratuito

Costretta a fare i conti con la forza d'urto, le risorse economiche e il brand consolidato di imprese quali Pandora e Spotify, la Internet radio americana Rdio, nata per volontà dei creatori di KaZaa e Skype e da marzo disponibile anche in Italia, cerca in un partner forte l'arma competitiva con cui fronteggiare i concorrenti: in questo contesto si collocherebbe l'alleanza strategica con il gruppo Cumulus Media, presenza importante nel mondo radiofonico statunitense via etere, per il lancio di un servizio gratuito e appoggiato dalla pubblicità da affiancare a quello in abbonamento preesistente (5 o 10 euroal mese, nelle due opzioni disponibili).

Il New York Times, che per primo ne ha dato notizia, spiega che in base all'accordo Cumulus promuoverà la piattaforma sulle sue 525 emittenti "terrestri", venderà per suo conto spazi pubblicitari e fornirà contenuti al servizio nonché accesso alla sua programmazione. La sua entrata in funzione, secondo il quotidiano newyorkese, avverrà entro la fine dell'anno. Il New York Times aggiunge che, nonostante i contenuti e i servizi offerti da Cumulus ammontino a un valore stimato di circa 100 milioni di dollari, l'operazione non comporta alcuna transazione in denaro; Cumulus assumerà però una quota azionaria significativa in Pulser Media, società controllante di Rdio.