Russia, aperto procedimento penale contro i Bloodhound Gang

Russia, aperto procedimento penale contro i Bloodhound Gang

Tutto iniziò con una bravata di Jared Hasselhoff, bassista dei Bloodhound Gang, tipo dall'ironia grossolana e non sempre universalmente gradita, che all'inizio dello scorso agosto durante una performance a Odessa, in Ucraina, si strofinò i genitali con una bandiera russa pregando il pubblico di "non dire niente a Putin". La boutade ebbe una rapida eco internazionale, tanto rapida da precederli - qualche giorno dopo - a Anapa, sul Mar Nero, dove erano attesi al festival Kubana, uno dei maggiori del paese: prima ancora che il loro aero li scaricasse allo scalo locale, gli organizzatori della manifestazione - si sussurra dietro ordine delle autorità - avevano già cancellato la loro partecipazione, costringendoli ad un rapido ritorno in patria tra lanci di uova e insulti della folla.

E' notizia di oggi che le autorità russe abbiano ufficialmente aperto un procedimento penale nei confronti della band americana, e - più precisamente - a carico, oltre che dello stesso Hasselhoff, di James Moyer Franks, vero nome di Jimmy Pop, cantante e autore del gruppo. "Moyer e Hasselhoff, in compagnia di ignoti, hanno ordito in piano criminale atto a offendere i cittadini russi, costituendo di fatto una vera e propria associazione a delinquere", si legge nel comunicato ufficiale. Al momento, non è chiaro quali siano le tappe del processo ai due: di certo, a Hasselhoff e Franks, per i prossimi cinque anni verrà negato qualsiasi visto di entrate nel Paese.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.