L'ex manager di HMV: 'Il nuovo team crede nell'importanza della musica'

Prossimo - il trasloco avverrà nel mese di ottobre - a fare ritorno nella storica sede originale al civico 363 di Oxford Street (attualmente occupata da un negozio di scarpe della catena Foot Locker), il punto vendita simbolo di HMV a Londra sembra intenzionato a ribadire la sua centralità nel panorama del commercio di prodotti musicali. A dirlo è una voce autorevole, quella di Brian McLaughlin, assunto come commesso nel negozio di Portsmouth della catena a fine anni Sessanta e poi assurto al rango di direttore operativo fino al ritiro nel 2005 dopo 37 anni di servizio. "Avendo incontrato Paul McGowan di Hilco, devo dire di esserne rimasto fortemente impressionato", ha detto l'ex super manager a Music Week, assicurando di credere nel rilancio del marchio. "Il suo atteggiamento, la sua esperienza e la sua conoscenza saranno preziosi per HMV. Mi sento molto più felice per la società e per la gente che ci lavora ora che c'è qualcuno come lui e il suo team a gestirla. Il grande colpo di fortuna per Paul e per lo staff di HMV UK è stata la disponibilità di un contratto da finalizzare per il vecchio negozio di cui tutti, io incluso, sono entusiasti".

Secondo McLaughlin, che nel 2000 aveva sovrinteso al passaggio dallo storico negozio inagurato nel 1921 al punto vendita di maggiori dimensioni situato nei pressi di Oxford Circus, il ridimensionamento degli spazi commerciali è pienamente giustificato dalla situazione economica attuale mentre il declino della catena è legato al progressivo allontanamento della musica dal core business: "Ma ora", dice, "da quel che Paul e altre persone che lavorano in HMV mi hanno detto, il centro dell'attenzione tornerà nel posto in cui dovrebbe essere. Nonostante i problemi di cui ha sofferto nell'ultimo paio d'anni, il marchio è ancora uno dei più popolari del mondo. Ricordo lo shock e l'orrore del pubblico britannico quando si è capito che i negozi avrebbero chiuso, dal momento che il cane, l'altoparlante a tromba e HMV sono parte del way of life britannico. Tutto il lascito che era stato costruito negli anni era stato disperso o svalutato, e senza alcuna controprova mi sembra tuttavia di poter dire che Paul e il suo staff apprezzano molto il patrimonio storico di HMV. Francamente, avrei desiderato che rilevassero l'impresa due o tre anni fa. Mi sembrano gente sensibile che capisce il valore del brand".

La conoscenza tra McGowan di Hilco e McLaughlin risale ai tempi in cui HMV, allora ancora gestita da quest'ultimo, divenne lo sponsor della "Football Extravaganza", un galà annuale di beneficenza che la catena musicale torna a finanziare quest'anno e che in questa edizione, in programma il 29 ottobre al Grosvenor House Hotel di Londra, consegnerà un premio alla carriera a Pelè.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.