Streaming, Microsoft Xbox Music arriva (per tutti) in Italia

Streaming, Microsoft Xbox Music arriva (per tutti) in Italia

Il colosso informatico di Redmond, dopo aver acquisito la Nokia la scorsa settimana, ha operato un'altra importante mossa strategica facendo debuttare sul Web la piattaforma musicale streaming Xbox Music: il servizio - competitor di Spotify e Deezer, che dispone di un catalogo online di oltre 30 milioni di brani - sarà fruibile da tutti e non solo, come accadeva in passato, dagli utenti di Windows 8 e Xbox, la consolle di casa Microsoft. Al pubblico Xbox Music sarà disponibile in due versioni: gratuita, con l'inserimento di spot nei contenuti, e a pagamento, "depurata" da messaggi pubblicitari: la versione gratuita sarà tuttavia temporizzata, limitando l'accesso flat ai primi sei mesi dall'iscrizione, dopo i quali verrà imposta una soglia di 10 ore mensili. La versione a pagamento costa invece 10 euro al mese, con - in offerta - i primi trenta giorni gratuiti.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.