Spotify alle case discografiche: 'Dateci i singoli appena arrivano in radio'

Spotify alle case discografiche: 'Dateci i singoli appena arrivano in radio'

Spotify vuole avere le novità discografiche in simultanea alle emittenti radiofoniche, e indipendentemente dalla loro data di pubblicazione nei negozi fisici e digitali. Lo ha ribadito, intervenendo ieri (mercoledì 4 settembre) alla conferenza londinese BPI AGM, il responsabile europeo dei rapporti con le etichette Kevin Brown: "Le funzioni social di Spotify", ha spiegato il dirigente della società svedese secondo quanto riporta il sito Music Week, "permettono ai fan di condividere un brano sui social network, trasformandoli in pratica in uno street team online capace di innescare il passaparola sulla canzone. E gli utenti di Spotify sono grandi appassionati di musica, tra i primi ad ascoltare le novità. Se amano un disco ne parlano a gran voce online e offline, raccontando cosa hanno scoperto e cosa hanno ascoltato". "Possiamo condividere in tempo reale i dati sulla fruizione di un singolo appena uscito", ha aggiunto Brown, "fornendo 'munizioni' ai team di promozione": i promoter potrebbero bussare alla porta di una stazione radio locale dicendo, 'guardate, gli abitanti di questa città vogliono sentire questo pezzo'".

Nel suo intervento Brown ha inoltre sottolineato che "gli utenti di Spotify sono anche acquirenti di dischi, in particolare chi ascolta l'opzione gratuita del servizio spesso acquista download se desidera portare in giro la sua musica. Essere sulla piattaforma in anticipo sulla disponibilità nei negozi sviluppa la domanda da parte di quel gruppo e contribuisce a incidere positivamente sulla posizione in classifica".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.