Comunicato Stampa: Red Bull HomeGroove: Francois Kevorkian al Tenax

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

domenica 20 aprile 2003 – Tenax
via Pratese, 46 – Firenze – ore 22
Red Bull HomeGroove
featuring
FRANCOIS KEVORKIAN
ALEX NERI
Marco Solforetti
Dj set

Domenica 20 aprile al Tenax appuntamento con HomeGroove 2003, l’innovativo progetto Red Bull dedicato alla diffusione della club-music e alla creazione di una nuova generazione di DJ e produttori.
Una iniziativa itinerante che vede gli artisti emergenti del Team HomeGroove a fianco dei big della dance mondiale. Ospiti della tappa fiorentina saranno FRANCOIS KEVORKIAN, ALEX NERI e MARCO SOLFORETTI.
In attività da oltre 25 anni, François Kevorkian è una leggenda dell’elettronica dance, sia come producer/remixer sia come Dj: dai Kraftwerk a Mick Jagger, dagli U2 ai Depeche Mode è vastissimo il suo parco collaborazioni. Sul fronte live, l’artista francese (ma residente in Usa) è di scena in club come Sound Factory, House Nation, Roxy, Ministry of Sound, Tenax… Di respiro internazionale anche il curriculum di Alex Neri, mente (insieme a Marco Baroni) del fortunatissimo progetto Planet Funk e indiscusso protagonista degli appuntamenti Nobody’s Perfect (sabato) Tenax.
Last but not least Marco Solforetti, astro nascente del dee-jaying italiano, gravitante nella scena toscana ma con importanti esperienze anche all’estero.

HOMEGROOVE 2003
RED BULL HOMEGROOVE 2003 è il progetto Red Bull dedicato alla diffusione della club-music e alla creazione di una nuova generazione di DJ e produttori. Red Bull HomeGroove promuove una serie di special night durante le quali guest internazionali e DJ affermati italiani affiancheranno il Team HomeGroove nei migliori club italiani Red Bull HomeGroove offre la possibilità a giovani DJ di lavorare con un team di professionisti a progetti musicali, frequentare workshop, suonare nei migliori club e pubblicare finalmente la loro musica.
RED BULL MUSIC ACADEMY? Red Bull HomeGroove nasce dall'esperienza Della Red Bull Music Academy. Dal 1995, l'Academy seleziona nuove promesse del DJing internazionale e li invita a partecipare a 2 settimane di workshop diretti da figure di spicco del panorama dance mondiale. New York, Londra, Berlino, San Paolo, ogni anno Red Bull sceglie un luogo dove i 60 DJ selezionati potranno seguire laboratori teorici, lavorare in studi di registrazione, ma soprattutto scambiare esperienze e idee con professionalità affermate dell'ambiente musicale: DJ, Producers, club, promoters, etichette discografiche e stampa.

FRANCOIS KEVORKIAN
Venticinque anni di produzioni, concerti, session, remix: nei club più prestigiosi del globo o al fianco di formazioni come Kraftwerk (ha collaborato all’uscita dell’album Electric Cafè) Yazoo, U2, Cure, Eurythmics, Mick Jagger, Erasure, Depeche Mode... Insomma, una carriera in primo piano quella di François Kevorkian.
Nato il 10 gennaio del 1954 in un sobborgo di Parigi, François Kevorkian muove i primi passi nella scena musicale francese, come batterista. Proprio per perfezionare la carriera di percussionista, nel 1975 si trasferisce a New York. Durante il soggiorno americano François Kevorkian suona in numerose formazioni di rhytm’n’blues, successivamente viene assoldato dalla discoteca Galaxy 21, per alcune drum-session al fianco di noti Dj. Affascinato da queste esperienza François Kevorkian decide di intraprendere l’attività di Dj: molti ancora ricordano le sue session alla consolle dell’Experiment 4, del Knickerbocker, del Flamingo, del New York New York. Allo stesso tempo François inizia a mixare e produrre dischi, approdando di lì a poco alla Prelude Records, una piccola ma attivissima etichetta della Big Apple: tra le sue prime produzioni certamente da ricordare il remix di Push Push in the Bush (una dance-hit che venderà oltre un milione di copi) di Keep On (D Train), di Body Music (The Strikers) di Double Journey (Powerline) di Disco Circus (Martin Circus).
Nonostante le richieste da parte di discoteche come Studio 54, Les Mouches, Better Days, Buttermilk Bottom, The Loft, Paradise Garage, nel 1983 François Kevorkian decide di abbandonare le consolle, dedicandosi in pieno all’attività di remixer. A modo suo, ovviamente: dopo la lunga esperienza alla Prelude nell’83 François Kevorkian dà vita alla Axis Production, entrando in breve nel gotha del mixing d’Oltreoceano. Particolarmente attiva la sua collaborazione con l’universo della new-wave e del rock, in particolare con gruppi come Yazoo e Wide Boy Away, U2, Thomas Dolby, Cure, Eurythmic, Mick Jagger, Diana Ross, Erasure, Depeche Mode... Nel 1987 gli Axis Studio di François Kevorkian aprono i battenti a Maria Carey, Mary J. Blige, Madonna e molte altre star del panorama internazionale. All’inizio dei ’90 il grande ritorno: François Kevorkian decide di rimettere i panni del Dj, prima per alcune guest-session, quindi in pianta stabile, dietro la consolle di club newyorkesi del calibro di Sound Factory, House Nation, Roxy... Ed ancora, in Europa François Kevorkian approda al Ministry of Sound di Londra, poi al Cocoricò (Italia), quindi in Giappone, e poi di nuovo al Body & Soul di New York, dove il suo “Sunday Afternoon” diventa, nel giro di due anni un happening di culto. Nella sua scaletta il meglio del del jazzy house, della disco classica e del drum’n’bass. Attraverso la sua nuova etichetta Wave Music, François produce dal 1994 i più interessanti talenti del jazzy internazionale. Agli albori del nuovo millennio Kevorkian può considerarsi un veterano della scena elettronica contemporanea. Dopo aver contribuito alla diffusione del verbo garage/house in tutto il mondo, l’artista ha indurito il suo sound, come dimostrano le recenti uscite discografiche per la Axis Records. Il suo remix di “Expo2000” (costruito su un ‘funkedelico’ groove digitale) è la più tangibile conseguenza del mutamento stilistico. Recentemente Kevorkian ha partecipato al remix di alcuni successi dei Cabaret Voltaire, storica formazione dell’elettronica ’80.

ALEX NERI
Da quattro anni resident del Nobody’s Perfect Tenax Alex Neri è una delle più importanti figure della musica italiana, ideatore – insieme a Marco Baroni – del fortunato progetto Planet Funk. Alex ha iniziato a lavorare come Dj nei primi anni ’80. Le sue prime produzioni discografiche portano la firma di Kamasutra e intrecciano funk, hip hop, new wave, elettronica, per arrivare all’house. Insieme a Gigi Canu, Sergio Della Monica e Marco Baroni ha fondato successivamente i Planet Funk: grazie a successi come “Chase The Sun”, “The Switch” e “Inside All The People” la band si è subito imposta a livello mondiale. La consacrazione è arrivata nel 2002 con l’album “Non Zero Sumness”. Il gruppo è stato ospite di importanti manifestazioni come Heineken Jammin’ Festival, Neapolis Festival, Tim Tour…
Molto attivo anche come Dj, Alex suona attualmente nei principali club del globo.

MARCO SOLFORETTI
Nasce a Piombino il 29/08/1974. All'età di sei anni inizia a studiare il pianoforte, teoria e solfeggio, passione che durerà fino a dodici anni.
All'età di quattordici anni inizia a seguire con curiosità, quelli che saranno poi i nuovi strumenti di lavoro e cioè piatti, mixer, multieffetti. Infatti, all'età di sedici anni riesce a farsi regalare una strumentazione completa e di buon livello.
Apprese le basi del mixaggio e della costruzione ciclica dei 4/4 inizia subito dopo tre mesi a lavorare nella discoteca "Mirò" di San Vincenzo (1991), a cui segue dopo poco "La Lanterna", discoteca importante degli anni 80/90, sempre di San Vincenzo.
Nel 1993 per motivi di studio viene a Firenze, dove a poco a poco riesce a farsi conoscere suonando saltuariamente nei vari locali: Yab,Villa Kasar, Central Park, Meccanò, Tenax, Universale.
Grazie ad un background che va dalla classica al jazz, dal soul al funky, dalla dub al trip-op diventa nel 1997 dj resident del Tube, un progetto di arte-musica che vive nel priveè del Tenax. Nel 2001 diventa dj resident dell' "Universale", bellissimo locale in stile anni '30 costruito da un ex-cinema, dove suona per un paio d'ore lounge e cocktail prima di iniziare la serata House Jazz. Grazie a questa importante scia viene contattato dagli Hotel di Salvatore Ferragamo, il "Gallery Hotel Art", e l'Hotel "Lungarno", dove programma la selezione musicale per tutti i giorni dell'anno. A Maggio suona al "The Cross" di Londra, e sul battello sul Tamigi la mattina successiva. A Giugno diventa resident per la fortunata stagione estiva del "Boca Chica", locale trasgressivo di Torre del Lago dove per il Gay Pride suona sul lungomare di fronte a 8000 persone. Da Settembre suona di nuovo al Tenax, come dj resident il venerdì e come ospite 2 volte al mese il sabato con un programma molto più elettronico.
Segue con molta professionalità le nuove produzioni che quotidianamente ascolta nei negozi per dj. Aspira a diventare un buon produttore anche se attualmente le conoscenze di base sono solo teoriche.
Dall'archivio di Rockol - Artisti che odiano i loro successi: 11 casi da manuale
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.