Comunicato Stampa: Il concerto dei Tasaday e la mostra di Maria Mersch al Dauntaun (Leoncavallo)

Comunicato Stampa: Il concerto dei Tasaday e la mostra di Maria Mersch al Dauntaun (Leoncavallo)
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Shit! La serata più Chic! di Milano

Con le sonorità sperimentali della band italiana Tasaday e la mostra di Maria Mesch “mettete dei quadri nei vostri salotti”
Eccoci arrivati a Shit! 11, l’undicesimo appuntamento con Shit!, la rassegna settimanale che da due mesi riempie di suoni, colori e parole i sotterranei del C.S. Leoncavallo, in collaborazione con la casa editrice Addictions e l’associazione culturale X-muzik
Questa serata vede come protagonisti musicali i Tasaday, una delle più importanti band sperimentali nell’Italia degli anni '80, con alle spalle 17 album e vent'anni di avanguardia "intelligente", sonorità sperimentali e industriali, tecnologia e ritualità.
I Tasaday nascono come due band distinte i Die Form e Nulla Iperreale, per poi fondersi. Diversi musicisti hanno suonato nella band, dopo l'album del 1999 realizzato dal solo Sandro Ripamonti ("l'ultimo tasaday", Beware! edizioni). La formazione odierna, 7 componenti, è cresciuta avvalendosi anche di Paolo Cantù (A Short Apnea), alla chitarra, clarinetto e tapes, ritornato a collaborare con la sua formazione di esordio, Xabier Iriondo, (ex Afterhours, ora in A Short Apnea, 2partimolli tremolanti) all chitarra, table, max msp, tapes e Daniele Malavasi (R.U.N.I) alla batteria. Gli altri sono Sandro Ripamonti nastri, computer, Stefano Sangalli voce, sinth, Carlo Ronchi basso e Stefano Golfari tromba.
La serata sarà corredata dalla mostra di quadri della pittrice tedesca Maria Mesch “mettete dei quadri nei vostri salotti”, titolo che un po’ richiama “mettete dei fiori nei vostri cannoni”, e di questi tempi non è certo una coincidenza.
La particolarità di questa mostra è la modalità di vendita dei lavori adottata, una differente modalità di scambio, in cui i quadri esposti non hanno prezzo ed è l’acquirente stesso, con la sua coscienza, a definire il valore, un valore che non e’ fatto solo di denaro o di potere d’acquisto.
Una performance artistica che si trasforma in reale sperimentazione di modalità alternative all’economia di mercato.
Maria Mesch ha esibito i suoi quadri in diverse mostre personali e collettive sia a Milano che in Germania ed ha partecipato a diversi eventi e corsi di pittura.
I suoi lavori accessibili al pubblico sono attualmente: travi dipinte - cucina collettiva della comunità di Emiliano Zapata (municipio autonomo di San Manuel, Chiapas)
installazione collettiva realizzata con i frequentatori di naga Har, centro per richiedenti asilo – rifugiati – vittime della tortura, via Grigna 24, Milano www.naga/har
installazioni su alcune pareti della cascina autogestita Torchiera - p.le Cimitero Maggiore 18. Milano www.ecn.org/torchiera
installazione permanente nell'atrio di "la biblioteca" Mezzago (MI)
installazioni esterne sugli edifici della Ufa-Fabrik Berlin (Viktoriastrasse 13/18) www.ufafabrik.de
tattoo - the leg of Mirko Spino (solo su richiesta) www.wallacerecords.com

Inizio serata h. 22.00 ingresso con sottoscrizione
Dauntaun @ C.S. Leoncavallo - Via Watteau 7 - Milano
Informazioni al pubblico: Tel. 02 6705185 - xhop2000@tin.it
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.