Alex James (Blur): 'La maggior parte dei festival non rappresenta nulla'

Alex James (Blur): 'La maggior parte dei festival non rappresenta nulla'

Manifestazioni sempre più grandi, con cast sempre più ricchi (e sfaccettati) che - di fatto - arrivano a contare fino a quaranta / cinquanta esibizioni in 14 ore spalmate su più palchi. E sempre più concorrenza, che porta il calendario della breve estate britannica ad affollarsi di appuntamenti. Noi italiani questo problema non l'abbiamo, ma nel Regno Unito, dove il festival estivo - per appassionati e non - è quasi una religione, i promoter fanno a gara per imbastire, anno dopo anno, eventi sempre più ricchi e con cast sempre più prestigiosi. Il bassista dei Blur questa tendenza l'ha avvertita, e al Daily Star ha affidato le sue riflessioni al proposito, non senza un secondo fine: "Quando ho iniziato coi Blur c'erano solo due festival, a Glastonbury e a Reading", ha ricordato il sodale di Damon Albarn, che quando non è impegnato col basso al collo si diletta nella produzione di formaggi, "Erano considerati parte di una contro-cultura anche poco raccomandabile, infatti mia madre si preoccupò, quando le disse che per la prima volta avremmo suonato a Glastonbury. Adesso, invece, i festival sono la parte accettabile del gap culturale e anagrafico. Ce ne sono troppi, e la maggior parte non rappresenta assolutamente nulla".

E cosa ha deciso di fare, James, per migliorare la situazione? Organizzarne uno nuovo (ecco il secondo fine), che - possibilmente - abbia un bagaglio valoriale che lo distingua dalla concorrenza: il Big Feastival, che aprirà i battenti proprio stasera sui prati dalle tenutà di proprietà dello stesso James per chiudersi la prossima domenica, vedrà alternarsi sui palchi - tra gli altri - Basement Jaxx, Feeling, KT Tunstall e Rizzle Kicks. A margine delle esibizioni sono previste esposizioni e degustazioni di prodotti alimentarsi, oltre che alla possibilità di visitare il caseificio dell'artista. "La musica, il cibo e la famiglia sono le cose che mi interessano di più, ed è per questo che ho organizzato il Big Festival", ha spiegato James: "Avremo i Basement Jaxx e chef molto importanti, ma vi assicuro che la cosa migliore saranno le balle di fieno giganti che i bambini useranno per giocare".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.