NEWS   |   Industria / 28/08/2013

Streaming, Grooveshark e Sony/ATV trovano l'accordo

Streaming, Grooveshark e Sony/ATV trovano l'accordo

Tuttora in guerra con Universal Music, leader del mercato discografico mondiale, il discusso servizio di streaming musicale Grooveshark può tuttavia festeggiare il raggiunto accordo con un altro nemico storico, la società di edizioni Sony/ATV Music Publishing che dopo una lunga vertenza ha posto fine alle ostilità con la Web company americana firmando con essa contratti di licenza per l'uso autorizzato del proprio repertorio musicale. L'accordo, recita un comunicato congiunto diramato in queste ore, interrompe ogni disputa e questione tra le parti "con reciproca soddisfazione". "Siamo entusiasti di aggiungere al nostro catalogo l'impressionante ventaglio di autori che fanno capo a Sony/ATV Music", ha dichiarato il cofondatore e amministratore delegato di Grooveshark Sam Tarantino, sttolineando che la missione della sua società consiste "nel mettere a disposizione dei creatori di musica la migliore piattaforma audio del mondo".

Per Grooveshark si tratta del secondo accordo di licenza con un grande editore, dopo quello firmato a inizio del mese con EMI Music Publishing (ora parte proprio del gruppo Sony/ATV). L'altra EMI (casa discografica, ora inglobata in Universal) aveva portato tre volte in giudizio il servizio e la sua capogruppo Escape Media Group per violazione dei copyright e altrettanto ha fatto la Universal, che lo scorso aprile ha incassato una sentenza favorevole da una Corte di giustizia americana. I problemi giudiziari di Grooveshark sono costati all'azienda l'inclusione nella lista nera di Google (per quanto riguarda il blocco del completamento automatico delle parole scritte dagli utenti nella barra di ricerca) nonché la perdita di importanti contratti pubblicitari con imprese come Chevrolet.