Olanda, dopo 12 anni riprende a crescere il mercato discografico

Dopo dodici anni di vacche magre e di recessione, il mercato olandese della musica registrata - negli anni '80 uno dei motori mondiali dei consumi di Cd, ma non altrettanto rapido a convertirsi al digitale - inverte finalmente il senso di marcia. La cifra calcolata dalla locale associazione dei discografici NVPI per il primo semestre 2013, + 1,9 % in termini di fatturato, non induce ad entusiasmi eccessivi, ma "la buona notizia", sottolinea il presidente e ad di Universal Music Kees van der Hoeven, "è che dopo dodici anni abbiamo trovato la strada per riprendere a crescere. I consumatori hanno abbracciato in modo inequivocabile i servizi di streaming, anche se le vendite di prodotti fisici sono tuttora molto importanti e siamo lieti di assistere al rilancio delle catene Fame e Free Record Shop". Ciò nonostante, in Olanda il mercato "fisico" ha registrato nei primi sei mesi dell'anno un calo di fatturato del 18 %, cui si contrappone una crescita del 60 % nel settore digitale (+ 131 % per le piattaforme di streaming che incassano denaro dagli abbonamenti e dalle inserzioni pubblicitarie).

Paul Solleveld, direttore di NVPI, osserva invece che "la combinazione di servizi accessibili agli utenti e di un'efficace opera di repressione nei confronti dell'offerta illegale risulta essenziale per la salute del mercato musicale e la continuazione degli investimenti nel settore e nei nuovi talenti".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.