Comunicato Stampa: Nuovo tour per Massimo Ranieri

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Riparte da Sulmona (L’Aquila) il nuovo tour di Massimo Ranieri

Dal 21 al 26 aprile Massimo Ranieri sarà al teatro comunale “Maria Caniglia” di Sulmona per preparare il nuovo spettacolo basato sul recente CD “Nun è acqua”. La prima data del tour andrà in scena la sera di sabato 26 aprile, alle 21, sempre al teatro “Caniglia”.
Per la quarta volta consecutiva Massimo Ranieri torna a Sulmona (L’Aquila) per preparare il suo nuovo spettacolo. Dopo le positive esperienze con i musical “Hollywood” e “Il campione”, e con il ritorno in veste di cantante con “Oggi o dimane”, l’artista partenopeo si prepara ad affrontare una nuova serie di concerti, dopo aver pubblicato l’ultima fatica “Nun è acqua”, incentrata sempre sui classici della canzone napoletana.
“Nun è acqua”, il nuovo disco di Massimo Ranieri prodotto da Mauro Pagani, ricalca lo stile del precedente: consta infatti di una selezione molto attenta dal grande repertorio napoletano e spazia da pezzi settecenteschi come “Fenesta Vascia” a “Giacca Rossa”, tratta dal repertorio dell’ultimo grande autore napoletano Renato Carosone. In questo lavoro l’approfondimento stilistico è però ancor più curato e attento e grande è stato lo sforzo per recuperare radici anche lontane e per creare nuove e sorprendenti contaminazioni tra gli stili.
L’artista sarà a Sulmona dal 21 al 26 aprile prossimi al teatro comunale di Sulmona insieme alla sua band, e al suo staff per allestire il nuovo spettacolo che porterà in scena in tutta Italia. La prima data del tour andrà in scena sabato 26 aprile, alle ore 21. In repertorio ci saranno oltre ai classici della canzone napoletana, anche i maggiori successi di Massimo Ranieri, come “Perdere l’amore”, “Rose Rosse” e “Erba di casa mia”.
L’iniziativa è stata promossa dall’Associazione culturale Nomadi fans club “Un giorno insieme”, con il patrocinio della Regione Abruzzo e con la collaborazione di Abruzzo Promozione Turismo. I biglietti sono disponibili nelle principali prevendite della Regione Abruzzo.
Per ogni informazione è possibile contattare l’associazione culturale Nomadi fans club “Un giorno insieme” presso “Disc Jockey 2000”, in corso Ovidio 14 a Sulmona, oppure telefonare ai numeri 0864 – 201079 e 389-9737620.
Massimo Ranieri, ovvero “il cantattore” come ama definirsi, e’ nato a Napoli e da bambino cantava lungo i vicoli o nei ristoranti della citta’. Da scugnizzo a idolo delle ragazzine e delle mamme di tutta Italia il passaggio fu un lampo grazie al successo di “Rose rosse”.
Subito dopo Massimo Ranieri debutta sullo schermo con “Metello” (regia di Mauro Bolognini) ed e’ un trionfo. Non ha ancora vent’anni e ha gia’ vinto tutto: due “Cantagiro”, due “Canzonissima”, ma soprattutto ha gia’ venduto piu’ di quattordici milioni di dischi.
L’occasione della sua seconda vita artistica arriva da Peppino Patroni Griffi con “Napoli chi resta e chi parte” di Raffaele Viviani, Strehler con “L’anima buona di Sezuan” di Bertold Brecht e Alfredo Giannetti con il film “La sciantosa” accanto ad Anna Magnani. Continua il grande successo internazionale dapprima con “Barnum” e poi, in collaborazione con Maurizio Scaparro, “Varieta” e “Pulcinella”, portate in tournée in tutto il mondo.
Garinei lo chiama al Sistina, tempio del musical italiano, per vestire i panni che una volta furono di Domenico Modugno in "Rinaldo in Campo”.
Nel 1988 vince il Festival di Sanremo con “Perdere l’amore”, brano che viene successivamente votato “canzone del secolo”. Ancora teatro (“L’isola degli schiavi” regia di Strehler, “La dodicesima notte”, “Il malato immaginario” ed altro), cinema e tv, e poi, sublimando la sua interpretazione tra voce e canto, doppia con successo Quasimodo nel cartone animato “Il gobbo di Notre Dame”.
Arrivano poi gli ultimi due musical osannati dalla critica e applauditi dal pubblico: “Hollywood – Ritratto di un divo” (storia d’amore tra Greta Garbo e John Gilbert) e “Il grande campione” che narra il rapporto burrascono tra il pugile Cerdan ed Edith Piaf.
Dall'archivio di Rockol - Artisti che odiano i loro successi: 11 casi da manuale
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.