Scott Weiland si scusa coi fan e polemizza con gli Stone Temple Pilots

Continua la saga delle infinite recriminazioni, polemiche e attacchi tra gli Stone Temple Pilots e l'ex cantante Scott Weiland.

Questa volta il "fattaccio" è avvenuto durante un concerto solista di Weiland al Trocadero di Philadelphia lo scorso 17 agosto.
Il cantante si è trovato di fronte a un gruppo di persone nel pubblico che ha intonato ad alta voce lo slogan "Fuck Chester" ("Fanculo Chester", in riferimento alla sostituzione di Weiland con Chester Bennington dei Linkin Park); Weiland ha ringraziato per il supporto e poi si è lanciato in un piccolo monologo: "Viviamo su un grande, vecchio pianeta, in un grande, vecchio universo, in un grandissimo cerchio e tutto prima o poi trova un senso. Però proprio non capisco: Chester ha il suo gruppo con cui fa un sacco di soldi. E non capisco perché si sia unito a una band praticamente sconosciuta".
Poi ha avuto un attimo di ripensamento e ha aggiunto: "Il problema è che avrei dovuto tacere e mi scuso con i fan che si sentono presi tra due fuochi, perché anche io mi sento così, a livello emotivo. E invece tutto quello che vorrei fare è suonare la mia musica".

Weiland è stato allontanato dagli STP a causa di un comportamento che - a detta del gruppo - danneggiava l'intera band: performance approssimative, ritardi continui e problemi di tossicodipendenza.
Quando Weiland ha iniziato a esibirsi da solo, gli ex colleghi lo hanno denunciato perché utilizzava pezzi della band per i suoi show solisti; a questo punto il cantante ha sporto una contro-denuncia, accusandoli di non avere titolo per utilizzare il nome Stone Temple Pilots senza di lui.



Contenuto non disponibile


 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.