Prezzi dei concerti: il parere di De Luca (Clear Channel)

Prezzi dei concerti: il parere di De Luca (Clear Channel)
“Sono le leggi della domanda e dell'offerta a determinare il prezzo di un biglietto. Quello dei Rolling Stones è troppo alto? Se riempiranno il Meazza vuol dire che hanno ragione loro”. Anche Roberto De Luca, co-amministratore delegato di Clear Channel Entertainment Italia e organizzatore dell'unico concerto italiano della immarcescibile band inglese (il prossimo 10 giugno), interviene sul tema del caro-concerti sollevato dal presidente di Assomusica Roberto Meglioli (vedi News), e che già ha provocato vivaci reazioni tra i nostri lettori sull'onda delle dichiarazioni rilasciate a Rockol da Claudio Trotta (Barley Arts) e Adolfo Galli (Di & Gi, vedi News).
De Luca è – non sorprendentemente– sulla stessa lunghezza d'onda dei suoi colleghi/rivali, e taccia il presidente dell'associazione di “dichiarazioni demagogiche”. “E' il mercato” dice il promoter al telefono con Rockol – a dettare le regole. Gli Stones mancano a Milano da 30 anni, dunque la loro esibizione è un evento. E il prezzo dei concerti italiani oggi è finalmente adeguato agli standard internazionali: prima era a livelli ridicoli”. "Le nostre – continua il promoter milanese - sono aziende che svolgono un'attività a fine di lucro. Io ho 31 dipendenti da pagare e devo poter rientrare nei costi, oggi che tutto quel che sta attorno all'organizzazione di un concerto aumenta: dai salari dei facchini alle tariffe per le affissioni”.
Resta il dubbio di fondo, sollevato anche da Meglioli: non si rischia in questo modo di favorire lo spostamento progressivo del mercato del “live” verso un pubblico prevalentemente "maturo" e abbiente, tagliando fuori i più giovani e meno provvisti di disponibilità economiche? De Luca dissente: “Quando si riempie uno stadio vuol dire che si è raggiunto un pubblico trasversale, di tutte le età e di tutte le tasche”. Chi ha ragione? Ai box office del futuro l'ardua sentenza.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.