Chris Helme racconta la fine dei Seahorses

Non è durata molto la nuova creatura artistica dell'ex Stone Roses John Squire, i Seahorses.
In una recente intervista alla radio iglese, l'altra metà del gruppo, Chris Helme, ha spiegato i motivi della fine della band, che un paio di anni fa era stata accolta piuttosto bene dalla critica all'indomani dell'uscita di "Do it yourself": «Credo sia più semplice arrangiare ed eseguire da soli le canzoni che uno si scrive senza doverle sottoporre all'attenzione di un'altra persona» ha sintetizzato in breve, lasciando capire che le divergenze professionali tra lui e Squire erano ormai insanabili.
Ovviamente è stato inevitabile rievocare quanto era successo tra Squire e Ian Brown negli Stone Roses (anche lì divergenze personali e professionali portarono alla scissione della band), e chiedersi se per Squire sia proprio impossibile andare d'accordo con altri musicisti…
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.