Zomba assorbita in BMG: in 350 (su 2000) perderanno il posto

Zomba assorbita in BMG: in 350 (su 2000) perderanno il posto
Il processo che porterà all’assorbimento del gruppo Zomba nelle strutture del nuovo titolare Bertelsmann/BMG (vedi News) si è messo in moto: e, come era già scontato, per lo staff della ex casa discografica indipendente non ci sono solo buone notizie.
In un “memo” interno di cui sono affiorati i contenuti sulla stampa internazionale di settore, il numero uno di BMG Rolf Schmidt-Holtz ha fatto sapere che circa 350 dipendenti sui 2000 attualmente impiegati dalla Zomba dovranno lasciare la società nei prossimi mesi. Le etichette del gruppo, come la Jive, e le sue società di edizioni musicali resteranno indipendenti solo negli Stati Uniti e in Gran Bretagna (“per preservare l’identità e la cultura propria della società, elementi essenziali del suo successo”, scrive Schmidt-Holtz), mentre gli altri 18 uffici dislocati nel mondo verranno assorbiti parzialmente nelle strutture di BMG: questo accadrà naturalmente anche in Italia, dove Zomba è operativa da tre anni e conta attualmente uno staff di sei persone, compreso l’amministratore delegato Roberto Biglia, dopo le dimissioni (avvenute un paio di mesi fa) del direttore finanziario Daniele Demartini. Ci si aspetta che il trasferimento di una parte del personale nelle strutture BMG avvenga entro luglio, in concomitanza con la scadenza del contratto di distribuzione con la EMI.
A livello internazionale, la presidenza della Jive Records rimarrà a Barry Weiss, che aggiungerà il Regno Unito ai territori di sua competenza; nella stessa Gran Bretagna, in Germania e nel Benelux Zomba manterrà in attività le sue strutture di distribuzione.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.