Cina, il governo apre le braccia a MTV

Con la graduale apertura del paese all'economia di mercato e un bacino potenziale di spettatori che supera il miliardo di persone, la televisione in Cina si sta trasformando in un business enorme che attira l'attenzione dei capitali occidentali. Stanti gli stretti rapporti già coltivati in passato con il governo locale, la ghiotta occasione non poteva sfuggire all'emittente musicale e di “cultura giovanile” più nota al mondo: e così, dal mese prossimo, MTV inizierà a trasmettere via cavo – prima rete occidentale in assoluto - come canale TV in funzione 24 ore su 24 per il pubblico cinese. Il primo passo dell'accordo, annunciato mercoledì scorso (26 marzo), prevede la ricezione dei programmi da parte di circa un milione di abitazioni dislocate nella provincia di Guangdong, motore principale dell'attuale boom economico nazionale. Ma Sumner Redstone, amministratore delegato di Viacom (la capogruppo di MTV), spera successivamente di poter allargare il bacino d'utenza a metropoli come Pechino e Shangai. “Non è sicuro, ma ci sono delle possibilità”, ha svelato il manager americano, che sta discutendo della possibilità di produrre in joint venture con l'amministrazione statale di radio, cinema e Tv programmi da esportare nel resto del mondo.
MTV China esiste in realtà già dal 1995, ma fino ad ora trasmetteva ininterrottamente soltanto negli hotel e nelle aree residenziali straniere dislocate nel paese, mentre alcuni “blocchi” di programmi erano diffusi via etere o via cavo a circa 70 dei 300 milioni di famiglie cinesi che posseggono un televisore. Con il nuovo accordo si compie un evidente salto di qualità, anche perché circa due terzi della programmazione verranno dedicati ad artisti e musiche prodotte in loco. “Al governo cinese – ha spiegato Redstone - fa piacere che MTV diventi una specie di ambasciatore della cultura locale negli Stati Uniti e nel resto del mondo”.
Dall'archivio di Rockol - Gli album essenziali del rock italiano anni Novanta
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.