Bertrand Cantat (Noir Désir) ha spinto al suicidio l’ex moglie?

Bertrand Cantat (Noir Désir) ha spinto al suicidio l’ex moglie?

Ieri l’ANSA ha battuto questa notizia: “Bertrand Cantat rischia di finire di nuovo davanti ai giudici. Secondo “Le Point” online l'ex leader dei Noir Desir potrebbe essere perseguito per il suicidio dell'ex moglie, Krisztina Rady, impiccatasi nel 2010 a 42 anni. Il cantante ha già scontato 8 anni di carcere per l'omicidio della compagna Marie Trintignant. Ora il legale dell'ex moglie intende fare appello alla giustizia in base alle norme del codice penale che puniscono l'autore di violenze causa di morte, anche di suicidio.
Il contenuto cosi’ sintetizzato è corretto, salvo che per un dettaglio non da poco: l’avvocatessa di Parigi che intende sostenere l’accusa, Yaël Mellul, non è “il legale dell’ex moglie”, e a questo stadio non rappresenta nessuna parte in causa, né una qualche associazione di difesa dei diritti delle donne, né i genitori di Krisztina Rady. Questi ultimi, però, in un’intervista a “Paris Match” hanno rievocato le violenze esercitate dal cantante contro loro figlia.
Al momento del suicidio della donna, avvenuto il 3 gennaio del 2010, Cantat era a piede libero: condannato ad otto anni di reclusione, di cui ne aveva scontati solamente quattro (uno in Lituania e tre nel carcere di Muret, nei pressi di Tolosa) prima di essere ammesso al regime di libertà vigilata.
L’avvocatessa Mellul basa la sua iniziativa sul libro “L’amour à mort”, uscito in giugno, nel quale è pubblicata la trascrizione di un messaggio telefonico lasciato da Krisztina Rady ai genitori nel luglio del 2009: “Esaminando attentamente quel messaggio, si capisce chiaramente che per Krisztina l’unica via d’uscita sembrava essere la morte”, sostiene l’avvocatessa, che vorrebbe l’applicazione dell’articolo 222-7 del Codice Penale che punisce “le violenze che causano una morte preterintenzionalmente”, cioè senza intenzione di farlo: quello della Rady sarebbe stato cioè un suicidio indotto da violenze psicologiche.
L’avvocato di Cantat, Aurélien Hamelle, ha dichiarato che la sua collega non ha alcuna legittimità per avviare questa causa né ha conoscenze maggiori di quelle che ha potuto farsi leggendo i giornali”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.