Cambio di proprietà in vista per il lettore MP3 Rio: SonicBlue è in deficit

Cambio di proprietà in vista per il lettore MP3 Rio: SonicBlue è in deficit
Piegato dai bilanci in rosso (33,4 milioni di dollari di disavanzo), sventola bandiera bianca il più noto dei produttori di lettori portatili MP3. La ditta californiana SonicBlue, assurta a fama mondiale grazie al suo riproduttore digitale Rio (vedi News), ha annunciato l’intenzione di vendere la fabbrica che li produce insieme ad altre unità produttive in suo possesso.
Esiste già un potenziale compratore, la giapponese D&M Holdings Inc., consorella delle marche hi-fi Denon e Marantz, che ha firmato al riguardo una lettera di intenti non vincolante per l’acquisto di Rio e del produttore di videoregistratore digitale Replay TV ad un prezzo di 40 milioni di dollari, 5 milioni in meno del deficit societario attuale. Un altro ramo d’azienda, GoVideo (che fabbrica sistemi home theater e lettori combinati DVD/VCR) dovrebbe andare invece alla società Opta Systems (una sussidiaria di Carmco Investments LLC) per 12 milioni e mezzo di dollari. Entrambe le transazioni debbono essere approvate dal giudice fallimentare, cui SonicBlue si è rivolto per avviare il processo di riorganizzazione aziendale.
SonicBlue produceva i lettori Rio dal 1999, quando (allora si chiamava S3 Inc.) ne rilevò la proprietà dallo sviluppatore originale, Diamond Multimedia. A fine anni ’90 (vedi News) dovette affrontare una causa giudiziaria intentata dalle case discografiche, che la accusarono di favorire, con la messa in commercio di un lettore digitale di file audio MP3, la copia non autorizzata e illegale di registrazioni fonografiche protette da copyright. Stessa sorte toccò poco dopo a Replay TV, contrastata dai network televisivi in quanto permetteva di registrare programmi TV sul disco fisso di un apposito computer anziché su una videocassetta.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.