Messico, le autorità locali dichiarano guerra ai narcocorrido

E' tolleranza zero, da parte della autorità delle regioni più settentrionali del Messico, nei confronti dei narcocorrido, ballate popolari che celebrano le gesta dei Boss dei maggiori cartelli del narcotraffico del Paese: il genere, molto popolare nella parte più vicina ai Stati Uniti del paese centro-americano (quello più martoriato, per inciso, dalle guerre tra boss delle organizzazioni criminali locali) è stato messo nel mirino delle amministrazioni nella speranza di mettere a tacere, o di limitare fortemente, le celebrazioni dei ferocissimi capi dei clan impegnati nel commercio e nell'esportazione di sostanze illegali.

A inaugurare il nuovo corso è stata la giunta di Chihuahua, che lo scorso weekend ha spiccato una sanzione da 100mila pesos (pari a oltre 8000 dollari americani) nei confronti dei un promoter locale "reo" di aver organizzato un concerto di Alfredo Rios, meglio conosciuto col nome d'arte di El Komander, una delle star più in vista sul panorama

norteño: nello specifico, da qualche mese a questa parte chiunque nella zona richieda il permesso di organizzare un concerto è obbligato a versare una cauzione da 100mila pesos come garanzia di correttezza. Nel caso sul palco vengano celebrati i boss delle organizzazioni locali il deposito non viene più restituito, per venire impiegato nel finanziamento di organizzazioni benefiche che operino sul territorio.

"In un contesto di violenza generalizzata, a nessuno può venire concesso di celebrare la criminalità", ha commentato il portavoce dell'amministrazione di Chihuahua Javier Torres: "Questo genere di musica alimenta quella cultura, specie presso i giovani in età scolare, che riferendosi al crimine riesce addirittura a renderlo attraente. Si tratta solo di proteggere i nostri concittadini e soprattutto i nostri ragazzi, e per farlo non occorre necessariamente un aumento della potenza di fuoco della polizia".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.