In vendita il castello reso famoso da Elton John e David Bowie

In vendita il castello reso famoso da Elton John e David Bowie

“Bisogna spenderci un po’ di soldi, ma ne può venir fuori qualcosa di davvero speciale”. Così Gilles Ditcharry, dell’agenzia immobiliare Champs Elysées Prestations, propone l’acquisto di una proprietà di 17.000 ettari situata a Auvers, nella Val d’Oise, trenta chilometri a nord di Parigi, che, oltre a una piscina e a un campo da tennis, ospita anche un castello di trenta stanze: il Chateau d’Hérouville.
I grandi e oggi un po’ malmessi saloni del Castello hanno visto passare, ai tempi in cui l’edificio ospitava uno dei primi “studi di registrazione residenziali” dell’industria musicale, gente come Grateful Dead, Uriah Heep, Canned Heat, Rick Wakeman, Iggy Pop, Bee Gees, Marvin Gaye, Fleetwood Mac, Jethro Tull, Cat Stevens, T Rex e Sham 69; oltre, naturalmente, a Elton John, che vi registrò i suoi album “Honky Chateau”, "Don't shoot me I'm only the piano player” e “Goodbye yellow brick road”, e a David Bowie, che ci lavorò per il tribute album “Pin Ups” e poi per “Low”, con Brian Eno e Tony Visconti. Fu proprio Bowie a spargere la voce che il castello è infestato da uno spettro (si dice sia quello di Frédéric Chopin, che a Hérouville visse con l’amante, la scrittrice francese George Sand).
Lo studio di registrazione fu chiuso nel 1985, e da allora il castello (costruito nel 1740) non fu più utilizzato né abitato. Oggi è in vendita per la “modica” cifra di 1.300.000 euro – tutto sommato non sproporzionata, considerando l’ampiezza della proprietà e dell’edificio, che però, come ammette l’agenzia immobiliare, necessitano di un importante intervento di ristrutturazione stimato in almeno 300.000 euro.

Dall'archivio di Rockol - La storia di "The rise and fall of Ziggy Stardust and the Spiders from Mars" di David Bowie
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.