Altro colpo della Posh: dopo le borsette, adesso le mutande

Dopo aver sottoscritto il contratto che la lega ad una firma giapponese di borsette, Victoria Adams ha messo a segno un altro colpo: dopo le borsette, adesso arrivano le mutande. La Posh infatti si è alleata al gigante britannico Marks & Spencer, tornato leader delle vendite dopo qualche anno d'appannamento, e si appresta a lanciare la propria linea di intimo. Si dice che la cantante intascherà un milione di sterline (un milione e mezzo di euro) per firmare una dozzina di capi di lingerie. Pare però escluso che la Posh possa anche pubblicizzare gli indumenti; al marito David non sarebbe piaciuta l'idea di vederla in mutande su tutti i cartelloni stradali della Gran Bretagna. A proposito del capitano della Nazionale inglese: lo scorso anno toccò a lui lavorare per M&S, firmando una linea di indumenti sportivi per bambini. Lui però si portò a casa il doppio, cioè due milioni di sterline.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.