Finlandia, una legge di iniziativa popolare per disciplinare il copyright

La Finlandia è il primo Paese al mondo in cui a elaborare una nuova disciplina su copyright e pirateria sono i cittadini, attraverso una proposta di legge di iniziativa popolare innescata dalla raccolta in sei mesi di 50 mila firme (su una popolazione di poco più di 4 mlioni di persone) così come previsto dai nuovi emendamenti inclusi nella Costituzione. Le disposizioni contenute nel testo verranno ora sottoposte al giudizio e al voto del Parlamento, il cui verdetto è atteso per i primi mesi dell'anno prossimo.

Il progetto di legge, secondo il blog TorrentFreak che riporta la notizia, mira a depenalizzare il file sharing e a legalizzare la copia di back up dei contenuti già in possesso dell'utente. Il testo, battezzato "The Common Sense in Copyright Act", intende anche promuovere le pratiche di equo compenso e bandire le clausole "ingiuste" nei contratti discografici, ma soprattutto porre fine alle perquisizioni domestiche e alla sorveglianza online dell'attività dei presunti file sharer, "non infrequenti in Finlandia" secondo quanto scrive lo stesso TorrentFreak che ricorda un episodio verificatosi l'anno scorso (quando la polizia confiscò un laptop a una bambina di 9 anni provocando reazioni negative a livello internazionale).

"Abbiamo cominciato a lavorare a stretto contatto con membri dell'European Digital Rights in modo da garantirci che quando il voto verrà espresso nel 2014 ci sia ancora una pressione tale da modificare per sempre la legge sul copyright", ha dichiarato a TorrentFreak l'artista di strada Sampsa, uno dei promotori dell'iniziativa insieme alla Finnish Electronic Frontier Foundation non solo in Patria ma anche in Europa e nel resto del mondo.

Dall'archivio di Rockol - Quando la rockstar mostra il medio
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.