L'ex manager degli Yardbirds (72 anni) lancia un'agenzia di consulenza

Simon Napier-Bell è un nome importante e ricorrente nella storia della musica rock, pop e disco di questi ultimi cinquant'anni, dal momento che è stato manager degli Yardbirds (dopo Giorgio Gomelsky)  e di Marc Bolan, e poi dei Japan di David Sylvian, degli Asia, degli Ultravox, dei Boney M. e degli Wham! (che grazie a lui furono il primo gruppo pop occidentale ad esibirsi nella Cina comunista). Alla bella età di 74 anni (compiuti in aprile) non pensa ancora alla pensione e si lancia in una nuova impresa insieme al socio olandese Björn de Water: la sua nuova agenzia, che si chiama Snap-B Music, intende fornire servizi di consulenza nel campo delle edizioni musicali, della produzione discografica, dei business affair e soprattutto del management artistico. "E' impossibile avere lavorato in questo settore a lungo come ho fatto io senza voler condividere le esperienze e le conoscenze che ho accumulato", ha spiegato il veterano del music business nativo di Ealing a Music Week. "Non posso gestire tutti gli artisti che varrebbe la pena di aiutare, il lavoro richiederebbe troppo tempo. Ma posso condividere le mie competenze con altri manager e formulare consigli personalizzati sulla base delle esigenze di ogni loro artista. Mi sembra il modo migliore di restare coinvolto nel management e al contempo di ritagliarmi del tempo libero per perseguire anche altri interessi".

Napier-Bell, che oggi vive principalmente in Thailandia dividendo il suo tempo professionale tra consulenze e conferenze, ha scritto tre libri dedicati alle sue colorite esperienze nel music business, "You don't have to say you love me" (1998), "Black vinyl, white powder" (2001) e "I'm coming to take you tu lunch: a fantastic tale of boys, booze and how Wham! were sold to China" (2006). Ha anche prodotto dischi per gli Yardbirds (l'album "Roger the engineer" e il singolo "Happenings ten years time ago"), per gli Scaffold (il gruppo di Liverpool in cui militava il fratello di Paul McCartney, in arte Mike McGear) e per i Forever More (poi diventati Average White Band).

    Simon Napier-Bell è un nome importante e ricorrente nella storia della musica rock, pop e disco di questi ultimi cinquant'anni, dal momento che è stato manager degli Yardbirds (dopo Giorgio Gomelsky)  e di Marc Bolan, e poi dei Japan di David Sylvian, degli Asia, degli Ultravox, dei Boney M. e degli Wham! (che grazie a lui furono il primo gruppo pop occidentale ad esibirsi nella Cina comunista). Alla bella età di 74 anni (compiuti in aprile) non pensa ancora alla pensione e si lancia in una nuova impresa insieme al socio olandese Björn de Water: la sua nuova agenzia, che si chiama Snap-B Music, intende fornire servizi di consulenza nel campo delle edizioni musicali, della produzione discografica, dei business affair e soprattutto del management artistico. "E' impossibile avere lavorato in questo settore a lungo come ho fatto io senza voler condividere le esperienze e le conoscenze che ho accumulato", ha spiegato il veterano del music business nativo di Ealing a Music Week. "Non posso gestire tutti gli artisti che varrebbe la pena di aiutare, il lavoro richiederebbe troppo tempo. Ma posso condividere le mie competenze con altri manager e formulare consigli personalizzati sulla base delle esigenze di ogni loro artista. Mi sembra il modo migliore di restare coinvolto nel management e al contempo di ritagliarmi del tempo libero per perseguire anche altri interessi".

    Napier-Bell, che oggi vive principalmente in Thailandia dividendo il suo tempo professionale tra consulenze e conferenze, ha scritto tre libri dedicati alle sue colorite esperienze nel music business, "You don't have to say you love me" (1998), "Black vinyl, white powder" (2001) e "I'm coming to take you tu lunch: a fantastic tale of boys, booze and how Wham! were sold to China" (2006). Ha anche prodotto dischi per gli Yardbirds (l'album "Roger the engineer" e il singolo "Happenings ten years time ago"), per gli Scaffold (il gruppo di Liverpool in cui militava il fratello di Paul McCartney, in arte Mike McGear) e per i Forever More (poi diventati Average White Band).

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.